Politica
Commenta2

Tavolo Aria in Regione, la delusione di Manfredini: 'Nessun reale coordinamento'

Tavolo Aria in Regione con pochi risultati. Questo, in estrema sintesi, il parere dell’assessore all’Ambiente e alla Mobilità Alessia Manfredini che, lunedi mattina 1 febbraio, ha partecipato a Milano alla riunione convocata dalla Direzione regionale della qualità dell’aria. Intanto tra sabato e domenica lo smog a Cremona è leggermente disceso rispetto al disastro dei giorni precedenti: 77 microgrammi al metro cubo la media nelle 24 ore di domenica 31 gennaio. Sempre comunque ben oltre i 50 mcg raccomandati dall’Europa.

“Ci aspettavamo che la Regione cogliesse l’appello proveniente dai territori – commenta l’Assessore – dei tanti sindaci lombardi che hanno assunto in questi giorni, considerata la particolare criticità e gli alti livelli di inquinamento, ordinanze e sottoscritto protocolli per dare una sistematicità e maggiore efficacia dei risultati. Il tavolo regionale, purtroppo, ad oggi non ha prodotto grandi risultati, mentre sarebbe  veramente importante che la Regione assumesse un ruolo di regia”.

“Un coordinamento di tutti i territori è fondamentale per combattere il comune nemico”, prosegue Alessia Manfredini, che aggiunge: “Invece i sindaci per ora sono lasciati soli. I provvedimenti adottati, per essere più efficaci, dovrebbero essere condivisi sull’intero territorio, informando correttamente i cittadini sulle limitazioni e sui comportamenti virtuosi da adottare”.

Sul tema specifico sollevato anche nella riunione di oggi sulla permanenza  dei treni diesel e sui futuri investimenti sul trasporto pubblico, è stato risposto che sarà fatto un approfondimento mirato. E’ previsto un nuovo incontro per il 9 febbraio, dopo il tavolo nazionale convocato per domani dal ministro all’Ambiente Gian Luca Galletti.

Il Comune di Cremona continua a sostenere con forza la richiesta di ANCI Lombardia perché la Regione assuma un ruolo più incisivo ed immediato, in quanto l’emergenza aria non può essere ulteriormente rinviata, ma deve essere affrontata subito.

© Riproduzione riservata
Commenti