Un commento

Due donne sventano furto
al Maristella: primi successi
dei controlli di vicinato

Stavolta i ladri non ce l’hanno fatta. Sarebbe stato l’ennesimo colpo ai danni del quartiere Maristella, quello che si è consumato nel tardo pomeriggio di sabato, intorno alle 19, in via Paracaccia. Ma i malviventi stavolta hanno dovuto fare i conti con la neonata iniziativa dei controlli di vicinato, sancita ufficialmente nella riunione svoltasi giovedì sera alla presenza della Polizia Municipale ma che già funziona da diverse settimane. I residenti si impegnano a fare delle ronde di controllo nella fascia oraria più a rischio, scambiandosi segnalazioni attraverso un gruppo su Watsapp. Ma anche, semplicemente, a tenere gli occhi aperti mentre si è in casa. Che è poi quando accaduto sabato.

A sventare il furto sono state due donne che, avvertendo rumori sospetti provenienti dalla casa del vicino, sono uscite a vedere cosa stesse accadendo.

“Ero in casa quando ho sentito dei rumori” racconta una delle donne coinvolte, Albertina Ghidotti, vice presidente del Gruppo anziani del quartiere Maristella. “Un’altra vicina ha fatto la stessa cosa e ci siamo dirette verso la villa del vicino. Una volta lì abbiamo notato due ragazzi alti e magri. Allora abbiamo gridato”. Le urla delle due donne, che minacciavano di chiamare il 113, hanno messo in fuga i due, che sono poi fuggiti su un’auto scura”.

In brevissimo tempo sul posto è arrivata una pattuglia della polizia, che ha constatato il tentativo di furto: il cancello era stato forzato e il vetro di una finestra rotto. Solo l’intervento delle due donne ha evitato che i due malviventi portassero a termine il loro piano criminoso, ai danni dell’80enne residente nell’abitazione, che tra l’altro era uscito di casa da pochissimo tempo.

LaBos

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • giorgino carnevali

    LA LOTTA DEL “FAI DA TE” CONTRO I LADRI NELLE ABITAZIONI.
    Certo, si vorrebbe maggior sorveglianza da parte delle forze dell’ordine, purtroppo il “convento” passa poco o niente. E quant’anche il “convento” passasse il necessario, beh allora evidenti si manifestano impotenza e “leggi sbagliate”. Mi raccontavano che in uno dei comuni della bergamasca, particolarmente preso di mira dai ladri, il sindaco abbia chiesto aiuto ai cittadini per pattugliare il territorio. Se è vero come me la raccontano (e non ho motivo di dubitare) sembrerebbe che questo “modus operandi volontario” ha fatto crollare del 90 per cento i furti. Se fino al 31 ottobre i colpi sono stati 119, negli ultimi due sono stati solo 5. C’è da provarci? Stai a vedere che mai come in questi frangenti il detto “aiutati che il ciel t’aiuta” si rivela azzeccato!? E niente soluzioni di comodo, per favore!