Commenta

FAI: per la prima volta si
potrà visitare il sotterraneo
della chiesa di S.Omobono

Dal cortile della chiesa, passando dalla sagrestia, sarà possibile scendere fino a 5 metri sotto il pavimento della chiesa e, percorrendo corridoi e cunicoli stretti e bui si potranno scoprire angoli remoti e sconosciuti dell'antico centro storico. GUARDA IL VIDEO

Domani pomeriggio, in occasione delle giornate del Fai e con la collaborazione dell’associazione “Cremona sotterranea”, sarà possibile visitare per la prima volta il sotterraneo della chiesa di Sant’Omobono. Dal cortile della chiesa, passando dalla sagrestia, sarà possibile scendere fino a 5 metri sotto il pavimento della chiesa e, percorrendo corridoi e cunicoli stretti e bui si potranno scoprire angoli remoti e sconosciuti dell’antico centro storico. Lì sotto ci sono pozzi antichi, muri ancestrali antecedenti addirittura alla costruzione della prima chiesa di Sant’Egidio, sbocchi murati alla Cremonella. Un percorso affascinante che termina con la ghiacciaia, in cui veniva messa la neve per poter poi conservare il cibo per i religiosi della chiesa e per i degenti dell’ospizio dei poveri di Sant’Omobono. Il percorso, pur breve, è affascinante e davvero mai visto. Lungo il tragitto è possibile vedere anche i sondaggi effettuati qualche anno fa alla ricerca dell’antica cripta della chiesa di Sant’Egidio (prima che venisse edificata Sant’Omobono) presso cui sarebbe morto il Santo di Cremona. Sempre nella giornata di domani e nel pomeriggio di domenica è possibile completare la visita anche agli scantinati di quel che resta dell’antico convento degli Agostiniani, probabilmente un granaio, attiguo al vecchio passaggio della Cremonella (che è possibile vedere, senz’acqua da alcune pietre rimosse per l’occasione) dove probabilmente sorgeva un vecchio mulino.

2 1

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti