Commenta

Calcioscommesse, per
Conte chiesti 6 mesi
e 8mila euro di multa

Sei mesi di reclusione e 8mila euro di multa per la presunta combine di Albinoleffe-Siena del 29 maggio del 2011. Questa la richiesta del pm Roberto di Martino nei confronti dell’allenatore della Nazionale Antonio Conte, accusato di frode sportiva.
A sinistra in basso il pm Abbadessa e il procuratore di Martino; a destra i legali di Antonio Conte oggi in tribunale (foto Sessa)

Il pm Roberto di Martino ha chiesto sei mesi di reclusione e 8mila euro di multa per l’allenatore della Nazionale Antonio Conte,  il più eccellente tra gli oltre 100 imputati finiti a processo nell’inchiesta sul calcio scommesse. Conte deve rispondere di frode sportiva in relazione alla presunta combine di Albinoleffe Siena del 29 maggio del 2011 per aver dato il suo ‘benestare’. L’allenatore, che, da ieri è il nuovo tecnico del Chelsea, ha chiesto ed ottenuto di essere processato con il rito abbreviato. L’ex allenatore della Juve è già stato squalificato dalla giustizia sportiva per omessa denuncia. Secondo il procuratore federale Palazzi, il mister, ai tempi in cui allenava il Siena, non poteva non sapere quanto succedeva nello spogliatoio della sua squadra, con i giocatori che si accordavano su determinati risultati. Conte fu squalificato per dieci mesi, poi ridotti in appello a quattro.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti