2 Commenti

Arriva la Notte dei Musei:
gli appuntamenti
a Cremona

foto Sessa

Con il primo dei concerti di Anastasiya Petryshak, si è aperta la stagione dei intrattenimenti primaverili – estivi della rigenerazione urbana, voluta dall’amministrazione comunale per ravvivare il centro storico. La violinista, già protagonista dei concerti dal balcone dello scorso anno, ha eseguito i Capricci 21, 22, 23 e 24 di Niccolò Paganini, trasformando così la via in una platea a cielo aperto. Proprio davanti all’abitazione che per tredici anni ospitò il celeberrimo liutaio e la sua famiglia, è stata collocata la statua del maestro, restaurata dopo l’atto vandalico di quando era in largo Boccaccino. L’inaugurazione di questo spazio di incontro e di socializzazione è stata seguita da un brindisi inaugurale organizzato ed offerto dagli esercenti di corso Garibaldi.

anastasia4 anastasia3 anastasia 2 anastasia1

Il clou del fine settimana si avrà domani sera, 21 maggio, con la Notte Europea dei Musei alla quale partecipano i musei cittadini con molti eventi ed ingresso gratuito nelle sale.

Al Museo Civico ad accogliere i visitatori, alle ore 21, sarà la Corale Ponchielli Vertova diretta da Patrizia Bernelich che proporrà anche coreografie a cura di Stefania Brianzi. Oltre alle esposizioni permanenti, in pinacoteca sarà possibile ammirare gli scatti fotografici della mostra ScarsitàSpreco ScarsityWaste, esposta nella Sala delle Colonne, seguire concerti e partecipare alle visite guidate organizzate da CrArt Cremona. Colonna sonora a cura degli allievi dell’Istituto Superiore Studi Musicali Claudio Monteverdi, del Liceo Musicale “A. Stradivari” e dell’Associazione Paola Manfredini.

Nel cortile del Museo, alle ore 21,45, il concerto clou From 6 to 49 strings con Paolo Schianchi, un musicista e performer fuori dall’ordinario, in grado di padroneggiare tutte le principali varietà della chitarra, dal liuto rinascimentale a strumenti futuristici di sua creazione. Tra questi una chitarra a 49 corde del liutaio cremonese – di origini argentine – Carlos Roberto Michelutti, e Octopus, uno strumento elettro-acustico inventato dallo stesso Paolo Schianchi e brevettato, con il quale è possibile suonare dal vivo diverse chitarre contemporaneamente utilizzando mani e piedi insieme.

Formale ed informale, approfondimento e svago, aspersione e fluidità diventano percorsi ugualmente possibili nella Notte del Museo del Violino (piazza Marconi 5 – Cremona), aperto gratuitamente dalle 21 alle 24. I riflettori si accenderanno sulle Collezioni del Museo, con visite guidate e personale altamente formato nelle sale. Alle 21,30 Anastasiya Petryshak ed il violino Vesuvio 1727 di Antonio Stradivari illumineranno la notte con il baluginante virtuosismo dei Capricci di Paganini.  Nel Padiglione Andrea Amati del Museo del Violino, infine, sarà possibile visitare la mostra Concerto per Sofonisba dove le sculture dell’artista cremonese Gabriella Benedini echeggiano la forma metaforica di strumenti musicali.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • franzbu

    Una serie di belle iniziative per una gran bella città’ . Fa piacere!

  • Sorcio Verde

    L’unica cosa bella è la violinista, poi il resto fa pena, come Cremona in questo periodo.