Commenta

Dall'Ass. carabinieri
un defibrillatore in dono
alla Dinamo Zaist

Un defibrillatore, un oggetto di vitale di impritanza in ogni luogo dove si pratica un’attività sportiva. E’ stato donato questa mattina dalla sezione cremonese dell’Associazione nazionale dei carabinieri alla società Dinamo Zaist dell’oratorio di San Francesco, al quartiere Zaist.

A donare il defibrillatore al parroco don Giampaolo Maccagni, possibile grazie al contributo di Cassa padana e di altri soci, il presidente dell’associazione dell’Arma dei carabinieri Aldo Tanoni.

Era presente anche l’ex sindaco e ora presidentre regionale del Coni Oreste Perri, invitato dal rappresentenate provinciale del comitato olimpico Achille Cotrufo, anche lui membro dell’associaione benemerita, realtà molto attiva nel campo del sociale e con una storia lunga 107 anni, essendo nata nel 1909.

Dieci gli addetti che, avendo seguito lo specifico corso, saranno in grado di utuilizzare il defibrillatore. Di questi, tre sempre presenti in oratorio. Un luogo dove vengono praticati numerosi sport, tra cui calcio e pallavolo. E dove è buona cosa sia a disposizione un defibrillatore anche se, per usare le parole di Perri, speriamo non lo si debba mai utilizzare.

© Riproduzione riservata
Commenti