Commenta

Ex sanatorio di Toscolano,
nuova gara. Base d'asta:
8 mln e 800 mila euro

L’ex sanatorio di Toscolano Maderno, a quel prezzo, non lo vuole nessuno. Troppi 11 milioni e 700mila euro. Si aprirà dunque una nuova gara, la quarta, con una base d’asta di 8 milioni 800 mila euro, inferiore di quasi il 15% alla cifra iniziale della precedente asta. La decisione è arrivata al termine dell’ultimo consiglio provinciale, qualche giorno fa. Vale quindi sempre meno l’ex ospedale sanatoriale, già denominato Albergo ex Cremonese, sito sul lago di Garda, in provincia di Brescia. Un lascito che appartiene all’amministrazione provinciale ma che coinvolge tre soggetti, che saranno poi i reali beneficari in caso di una sua vendita: Fondazione Sospiro, la nuova Ats (Agenzia di Tutela della Salute) e Regione Lombardia. Per questo, si legge nella delibera, la Regione “per il tramite di Infrastrutture Lombarde proporrà la sottoscrizione di un nuovo protocollo di intesa per la suddivisione dell’importo di vendita tra Regione, Provincia di Cremona, Ats e Istituto Ospedaliero di Sospiro”.

Si tratta di un’alienazione, rispetto alla quale, se andrà in porto, la Provincia incasserà ben poco. Il grosso andrà a Fondazione Sospiro e alla Regione. Di qui la richiesta che era stata inoltrata alla Regione di esprimersi su un’eventuale quarta asta. Da Palazzo Lombardia era arrivato l’assenso e di concerto con le altre realtà coinvolte si era decisa la nuova base d’asta. Con una superficie, tra aree coperte e non, di quasi 10.000 metri quadri, l’ex hotel Bristol è stato edificato nei primi del ‘900 e ristrutturato di recente. E’ collocato in un contesto di ville in stile liberty, il suo parco presenta essenze di pregio. E si trova in una prestigiosa località turistica, frequentata da molti stranieri. Un complesso che si presta quindi a futuri progetti di investimento riguardanti l’attrattività turistica e alberghiera.

Simone Bacchetta

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti