Cultura
Commenta

Il Governo stanzia 250 mila euro per Cremona 'Capitale italiana della musica'

Il Governo sostiene Cremona “Capitale italiana della musica” e le grandi celebrazioni Monteverdiane programmate per i 450 anni dalla nascita del grande compositore cremonese. Lo fa inserendo nella Finanziaria lo stanziamento di 250mila euro proprio in vista delle grandi mostre (Monteverdi e il suo tempo, il Genovesino e altro), i grandi concerti (il Festival Monteverdi sarà un’edizione da grandi nomi), le crociere sul Po e tanto altro.

Da parecchi anni non c’era un impegno così forte e diretto verso il Comune da parte del Governo per iniziative culturali in città (l’ultima volta fu per le Stradivariane del 1987). E’ stato il sottosegretario alle riforme Luciano Pizzetti a sostenere lo stanziamento.

Ricordiamo che per l’inaugurazione del Festival è stato ufficialmente invitato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e proprio il presidente potrebbe essere presente al grande concerto previsto in Cattedrale probabilmente con il Vespro della vergine eseguito dal più grande esecutore monteverdiano vivente sir Elliot Gardiner. La richiesta di patrocinio della Presidenza della Repubblica alle monteverdiane e la presenza di Mattarella sono già all’attenzione della sua segreteria anche se il presidente non sceglie mai a scadenze così lunghe le sue visite per cui una risposta ufficiale potrebbe esserci solo con l’inizio del nuovo anno.

Nel 2017 Cremona celebrerà per la quarta volta con grande fasto Claudio Monteverdi. Nel 1943 si sono infatti ricordati i 300 anni della morte, nel 1967 i 400 della nascita e nel 1993, con grande fasto i 350 anni della morte. Le celebrazioni servono per riproporre al mondo intero la musica di questo grande figlio di Cremona, straordinario compositore e inventore del melodramma.

© Riproduzione riservata
Commenti