Cultura
Commenta2

Natura morta, niente mostra a Cr: per vedere il Campi si dovrà andare a Roma

La Fruttivendola di Vincenzo Campi sarà tra le opere di punta della mostra 'L'origine della natura morta in Italia', che si terrà alla Galleria Borghese di Roma dal 16 novembre al 19 febbraio 2017. IL SERVIZIO

Particolare della Fruttivendola di Vincenzo Campi

Ecco la splendida Fruttivendola, tela di Vincenzo Campi custodita alla pinacoteca di Brera a Milano. Il dipinto sarebbe potuto essere, insieme con l’Ortolano dell’Arcimboldo del Museo civico, uno dei fiori all’occhiello della annunciata mostra sulla natura morta con espresso riferimento al cibo, da realizzarsi a Cremona in occasione di Expo, che avrebbe potuto richiamare in città migliaia di visitatori. Sarà invece tra le opere di punta della mostra L’origine della natura morta in Italia, che si terrà, questa sì, alla Galleria Borghese di Roma dal prossimo 16 novembre al 19 febbraio 2017. Inevitabile la sensazione d’amaro in bocca, per una grande occasione persa per la città, laddove, prima di Roma, anche Brescia, proprio a cavallo di Expo, era riuscita nell’impresa con la mostra Il cibo nell’arte, eleggendo a simbolo dell’esposizione proprio quei Mangiatori di ricotta di Vincenzo Campi, cui era stata affiancata un’altra opera del Campi, i Mangiatori di fagioli.

Sarebbe stata, pensando ormai al condizionale, una gran bella mostra, che avrebbe potuto vedere esposte insieme altri capolavori di Campi, come la Cucina, I Pescivendoli, i Pollivendoli, o di altri artisti lombardi riuniti insieme oggi, per la mostra romana, per la prima volta dal 1607. Come Fede Galizia con la Coppa di vetro con pesche, gelsomini e mele cotogne, o Il Bacchino malato, La canestra, o Il ragazzo con la cesta, di Caravaggio. Per vederli, insieme alla Fruttivendola del Campi, bisognerà andare a Roma. Mentre a Cremona resta il rimpianto di un sogno non realizzato.

© Riproduzione riservata
Commenti