Commenta

Viva Vittoria, in piazza
del Comune un tappeto
di 800 coperte

Sono state realizzate cucendo insieme i quadrotti 50X50 lavorati ai ferri dalle donne cremonesi e da questa mattina sono dispiegate in piazza del Comune per contribuire alla costruzione di una casa protetta per le donne vittime di violenza. LE FOTO

Sono 800 le coperte realizzate con i quadrotti 50X50 lavorati ai ferri dalle donne cremonesi, che da questa mattina sono dispiegate in piazza del Comune per il progetto Viva Vittoria. Iniziativa che si propone di sensibilizzare sul tema della violenza alle donne, alla vigilia dell’8 marzo, e anche di contribuire all’apertura di una casa per donne che hanno subito violenza a Cremona, a cui sta lavorando l’associazione Aida, una delle realtà che hanno dato vita al progetto. La ristrutturazione dell’appartamento, in una località segreta, è già stata avviata:  sarà un contributo alla rete dei centri antiviolenza per consentire alle donne di riprendere un percorso di autonomia.

Alle 11 in piazza, dopo i saluti dell’assessore alla Vivibilità sociale Rosita Viola e del sindaco Gianluca Galimberti, ha preso il via la vendita benefica degli oggetti, frutto di un lavoro collettivo che ha unito idealmente donne di tutte le età, bambine e nonne, cremonesi e non solo. L’iniziativa, nata a Brescia due anni fa e che sta per approdare anche a Verona e all’estero, era stata avviata a Cremona il 25 novembre, giornata internazionale di contrasto alla violenza contro le donne, su iniziativa di Rete Donne Se Non Ora Quando? L’idea era quella di realizzare un’opera di maglia che testimoniasse la possibilità di un cambiamento, per diventare artefici del proprio destino attraverso il “fare insieme”, e le promotrici sono state Cristina Begni e Patrizia Fratus, a cui si uniscono Silvia Lumini, Simona Romele e Cristina Ghidini.
VivaVittoria è un’opera d’arte relazionale dall’autorialità condivisa, dove l’arte diventa propedeutica all’immaginare nuove possibilità di vita e un diverso atteggiamento nel nostro vivere sociale; a Cremona con il coordinamento del Forum provinciale del Terzo Settore, è stata utilizzata come base per recapitare le coperte, la sede dell’ex gioielleria Somenzi di Galleria del Corso, ora di proprietà del Comune.vivavittoria5 vivavittoria 4 vivavittoria3 vivavittoria2 vivavittoria1

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti