Commenta

Piscina, non ancora definitiva
l'aggiudicazione a
Sport Management

Foto Francesco Sessa

Manca ancora una riunione tecnica prima dell’aggiudicazione definitiva del project financing per la ristrutturazione della piscina. I tecnici comunali dei Lavori pubblici si incontreranno a breve con quelli di Sport management, la società che al momento (salvo eventuali ricorsi per ora non arrivati) è l’unica ad aver presentato la documentazione idonea per aggiudicarsi la gara. Nonchè società con la quale il Comune è in trattativa da circa un anno per l’elaborazione del progetto diventato base della gara aperta conclusasi lo scorso 26 aprile, alla quale avevano partecipato altre due società, Sporting Club Verona e Virtus Buonconvento di Siena. L’intenzione dell’amministrazione è di arrivare all’aggiudicazione definitiva entro i primi di giugno. Quindi, partirà l’impegnativo programma di investimenti promesso dal progetto, a cominciare dall’adeguamento della piscina convertibile, che il comune vorrebbe far tornare ad essere epicentro di un centro sportivo pubblico (sul modello delle società canottieri private) aperto a tutta la cittadinanza. 1 milione e 630mila euro al netto degli oneri finanziari l’ammontare dei lavori che il concessionario dovrà effettuare, per un ‘prezzo’ annuo da parte del Comune pari a 230mila euro più Iva, scalabili di 10.000 dal quarto anno, qualora il risultato di gestione ante imposte dell’anno precedente sia superiore agli 80mila euro.

In sintesi, la ristrutturazione del complesso natatorio partirà dalla riqualificazione civile ed impiantistica della vasca convertibile e dei suoi spogliatoi, per poi passare al rifacimento dell’ingresso con area bar, riqualificazione spazi verdi esterni e realizzazione di una palestra negli spazi della vecchia piscina, quella coperta non più usata da parecchi anni. Nella convenzione alla base del project non si fa riferimento ai campi da tennis attigui all’olimpionica, saltuariamente utilizzati come deposito di materiali edili, come  pure l’area recintata vicina: su tutto questo non sembrano esserci progettualità concrete. E sì che quei campi da tennis sono ancora indicati come attivi dal cartello che si trova in via del Sale, poco prima della curva di via Portinari del Po, nella segnaletica che comprende tutta la zona sportiva di piazzale Azzurri d’Italia.

 

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti