Commenta

Dal Monviso a Cremona
in canoa: via all'avventura
targata Microdata

Dopo l’avventura 2016, da Cremona a Chioggia, si completa dalle sorgenti del Monviso a Cremona la navigazione in canoa sul Grande Fiume, sostenuta da Microdata Group per valorizzare le bellezze del territorio. Partiranno domani i “viaggiatori del Po”, per rilanciare il turismo fluviale: 333 Km in barca lungo la valle del Po, dal Monviso a Cremona fra rapide, salti, sbarramenti, dighe, centrali, salti fluviali, ponti, risaie, affluenti, campanili, paesi, città, ghiaie.

Sarà un “viaggio di piacere”, escludendo la fatica del remare, ma il messaggio è chiaro: Cremona non può ricordarsi del Grande Fiume solo nei momenti di piena, ma potrebbe considerarlo una grande opportunità di sviluppo turistico, anche a livello internazionale. Con questo spirito è nata l’avventura di quattro canoisti che, giusto un anno fa, hanno pagaiato da Cremona a Chioggia (km.300), verso la foce del Po e che quest’anno completeranno l’impresa. Protagonisti non atleti professionisti, quanto appassionati (tra i 40 e i 50 anni) del proprio territorio: Angelo Scaglioni, Ivan Carini e Matteo Mauri. Il quarto, Alfredo Lupi, fondatore e amministratore di Microdata Group, azienda cremonese impegnata nell’apertura del Polo per l’Innovazione Digitale, li seguirà da terra.

L’avventura prende il via il 23 maggio e si snoderà lungo un itinerario di 5 giorni, con tappe di circa 70 km quotidiani, remate fino a sera, intervallate da pausa ogni 2 ore, e cena e pernottamento presso alcune strutture di B&B lungo il Po. L’arrivo è previsto sabato, alle ore 13 circa, presso la canottieri Baldesio. Per questo evento è attiva una pagina facebook, “Per amore del Po”, dove si potrà seguire momento per momento l’avventura dei viaggiatori, grazie a post, fotografie e video. L’iniziativa si collega idealmente a un altro equipaggio cremonese formato da un equipaggio misto Flora-Bissolati, partito ieri da Cremona alla volta del Delta, lungo l’antica rotta dei mercanti.

© Riproduzione riservata
Commenti