Commenta

Presentato il manifesto
del nuovo centrosinistra
Non solo fuoriusciti Pd

Foto Sessa

“Unire la sinistra per un’alleanza democratica e progressista di alternativa”, si legge all’inizio del Manifesto del Nuovo Centrosinistra, presentato  questo pomeriggio a SpazioComune da una serie di volti noti locali, a cominciare dall’ex sindaco ed ex senatore Pd Paolo Bodini. “Occorre – hanno detto tra l’altro i promotori – che il confronto sia aperto a tutti quei cittadini e a tutte quelle forze culturali, sociali e politiche che si sentono e si dicono di sinistra, senza escludere altri che vogliano contribuire a questo progetto che pensiamo inclusivo. Ci apprestiamo a costituire un’area di cui si sentiva il bisogno. Negli ultimi anni nulla si è mosso fuori il Pd. C’è un mondo che non si riconosce più nel partito di Renzi. Troppi gli abbandoni silenziosi degli ultimi anni”.

“Quello che stiamo proponendo – così ha introdotto i lavori Fabio Simeti – è una novità che vorrebbe incidere sulla storia locale e contribuire a un reale cambiamento a livello nazionale. Una novità dal basso, senza aspettare i vertici nazionali di questa o quella parte che invece sollecitiamo ad un rinnovamento radicale, ad una unità di obiettivi, ad un cambiamento di rotta.

Questa prospettiva che illustriamo con il nostro Manifesto è aperta a tutti quelli che si sentono di sinistra ma che soprattutto vogliono una sinistra rinnovata, moderna ed europea, una Sinistra nuova, unita e plurale. Per questo i firmatari non sono solo ex PD ma anche energie indipendenti. Tra i firmatari abbiamo giovani universitari come Daniele Aglio, oggi a Lovanio, in Belgio, Anna Del Barba che studia a Bologna, ricercatori di alta competenza come Fabio Abeni e Davide Persico che è anche sindaco di San Daniele Po. Operai e tecnici di impresa come Mirko Toscani e Fabio Aroldi in partenza per la Manifestazione nazionale a Roma della Cgil su Voucher, lavoro, diritti; insegnanti come Simona Mele e Rossella Zelioli.
Ci fa piacere avere un’area che lavora o ha lavorato in CGIL come Massimo Balzarini, attualmente in segreteria regionale a Milano della CGIL; come Donata Bertoletti e Giorgio Toscani; persone che lavorano nei settori dell’artigianato e del lavoro autonomo come Adriano Bruneri.

Sul piano dell’orientamento politico abbiamo personalità che si richiamano a Pisapia come Mauro Bettoni. Espressioni del cattolicesimo democratico e sociale come Giovanni Fusar Poli e Paolo Bodini.
Autori di importanti ricerche di storia locale e di antifascismo come Giuseppe Azzoni che fa parte di Sinistra Italiana, come del resto fa parte di Sinistra Italiana Evelino Abeni.
Operatrici culturali come Anna Maria Abbate della Casa della Cultura di Milano e operatori culturali come Vincenzo Montuori. Esperti di politica internazionale come Marco Pezzoni.

Tra i firmatari del nostro Manifesto figurano i promotori di Articolo1 Movimento Democratico e Progressista come Francesco Ghelfi, Gianfranco Berneri e Michele Arisi, ulivisti della prima ora come Anna Grimaldi e Duilio Bianchi, il consigliere comunale Giancarlo Schifano; Gigi Rotelli che è stato presidente del Consiglio comunale di Cremona e Massimo Terzi, architetto e già assessore all’urbanistica, oltre ai cremaschi con l’on. Franco Bordo, Attilio Galmozzi, Emanuele Coti Zelati ed altri”.

In fondo alla sala, defilato, barba bianca, un altro ex sindaco di Cremona già entrato in rotta di collisione con la maggioranza Dem all’epoca del referendum costituzionale, Giancarlo Corada. Per il momento non aderisce al nuovo movimento, confermando quanto già  etto. Da presidente provinciale dell’Anpi (associazione partigiani) non vuole “tenere in piedi in due scarpe”. Ma intanto oggi era lì ad ascoltare le ragioni di chi sposa la linea di Pierluigi Bersani e Roberto Speranza di Articolo 1 – Democratici e Progressisti.

Il manifesto è stato sottoscritto già da numerosi esponenti politici del locali, noti e meno noti: oltre a Bodini, Marco Pezzoni e, in ordine alfabetico: Annamaria Abbate, Fabio Abeni, Daniele Aglio, Marta Andreola, Michele Arisi, Fabrizio Aroldi, Giuseppe Azzoni, Paolo Balzari, Massimo Balzarini, Gianfranco Berneri, Maurizio Bertolaso, Donata Bertoletti, Mauro Bettoni, Duilio Bianchi, Giovanna Bianchini, Paolo Bodini, Fabrizio Bollori, Franco Bordo, Adriano Bruneri, Emanuele Coti Zelati, Licio D’Avossa, Anna Del Barba, Domenico Ferrari, Giovanni Fusar Poli, Giorgio Galli, Attilio Galmozzi, Francesco Ghelfi, Anna Grimaldi, Giordana Grioni, Simona Mele, Vincenzo Montuori, Maria Grazia Negri, Palmiro Omo, Tiziano Percudani, Davide Persico, Bruna Petrini, Marco Pezzoni, Giorgio Ravelli, Pierluigi Rotelli, Paola Ruggeri, Alessandro Sala, Fabio Simeti, Serenella Taraschi, Giorgio Toscani, Mirko Toscani, Gianni Zelioli, Rossella Zelioli.

s.bac.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti