Commenta

'Pizzighettone 1449: intrigo
al castello': spettacolo
in scena il 26 agosto

Da Cremona alla conquista di Milano, passando per la roccaforte di Pizzighettone. Nel mezzo, intrighi, guerre, spionaggio, delitti, passioni, corse al potere che attraversavano l’Italia del tardo Medioevo. E’, in sintesi, lo spettacolo Pizzighettone 1449: intrigo al castello, in scena a Pizzighettone sabato sera 26 agosto (ore 21.30) in Piazza d’Armi.
Tema dell’evento è un episodio avvenuto alla metà del Quattrocento: è stato riportato alla luce grazie alle ricerche dello storico cremonese Davide Tansini, che lo descriverà nella cornice di un itinerario by night nelle mura pizzighettonesi, illuminate per l’occasione con torce e fiaccole.

La formula scelta per lo spettacolo è quella della narrazione storica con percorso guidato a tappe, ispirata al teatro di narrazione. Tappa dopo tappa, Tansini racconterà antefatti, personaggi e retroscena della congiura che nell’agosto 1449 consentì a Francesco Sforza Visconti (1401-1466, condottiero, signore di Cremona, Pavia, Piacenza e Parma) di impadronirsi della strategica roccaforte di Pizzighettone: fatto che gli aprì la strada alla conquista del Ducato di Milano (febbraio 1450).

Tansini non si limiterà a raccontare cronistorie e biografie dell’avvenimento, ma con stile colloquiale e vivace tratteggerà la sua ricca ambientazione.
Numerosi sono i personaggi che compaiono nella narrazione di Tansini: il duca Filippo Maria Visconti, sua figlia Bianca Maria, i condottieri Conte Carmagnola, Niccolò, Francesco e Jacopo Piccinino, il banchiere Cosimo de’ Medici, il consigliere Cicco Simonetta, i nobili Pier Maria Rossi e Rolando Pallavicino detto il Magnifico. E saranno ben presenti cultura, curiosità, economia, società e vita quotidiana relativi al Cremonese del tardo Medioevo.

Organizzato dal Gruppo Volontari Mura di Pizzighettone, lo spettacolo è l’ultimo appuntamento della serie itinerante di narrazioni storiche ‘Racconti d’estate 2017’: ideata e condotta da Tansini, quest’anno la rassegna ha fatto tappa in Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna e Lombardia.

© Riproduzione riservata
Commenti