Cronaca
Commenta4

Parcheggi gratuiti al sabato fino a gennaio e un esperto in eventi Le richieste di Confesercenti

foto Sessa

Più agevolazioni sui parcheggi, di cui si chiede il ritorno ad una gestione interamente comunale e affidamento tramite bando ad un’agenzia specializzata, dell’organizzazione degli eventi più importanti in centro città, a cominciare dal “Natale”. Il Gruppo centro Storico di Confesercenti rompe gli indugi, dopo la pausa estiva ed espone al Comune la sua proposta per cercare di ridare fiato al commercio e alla vivibilità del centro storico. Le richieste sono state illustrate oggi in un incontro a palazzo con l’assessore all’Area Vasta Andrea Virgilio e la delegata al Commercio Barbara Manfredini, dal presidente di Confesercenti della Lombardia Orientale sede di Cremona, Agostino Boschiroli, il direttore Giorgio Bonoli, da Roberta Maianti per il Gruppo Centro Storico e Barbara Ferrari, vicepresidente Settore Moda.

Le associazioni dunque proseguono ciascuna per conto proprio la contrattazione con il Comune, dopo il tentativo di qualche tempo fa di fare fronte unico (Confcommercio, Confesercenti, Asvicom, Cna, Confartigianato). Sui parcheggi in centro storico l’associazione di via Ruffini punta in alto: estendere la sosta gratuita di due ore al sabato pomeriggio nella fascia oraria 15-20 (con esposizione del disco orario) ampliando quindi a tutti gli stalli blu la sperimentazione in corso – da aprile e fino al 28 ottobre – in viale Trento Trieste e al Villa Glori. La richiesta di ampliamento della gratuità sarebbe fino al 31 gennaio, comprendendo quindi la fascia natalizia e il periodo iniziale dei saldi. Da qui anche la richiesta pressante al Comune di far rientrare nella gestione pubblica tutti i parcheggi a raso, quindi anche quelli in mano a Saba, per avere una maggiore autonomia decisionale.
Inoltre: investimento per sostituire le erogatrici dei biglietti per il parcheggio con apparecchiature più moderne che prevedano l’inserimento della targa del veicolo e consentano la ‘sosta gentile’ con possibilità di fasce gratuite e nuova pavimentazione in corso Garibaldi. I commercianti vogliono chiarezza sul futuro del parcheggio di Villa Glori, dove la concessione per il parking Aem scadrà il 30 giugno 2018.

Altre richieste riguardano la defiscalizzazione degli affitti attraverso la leva dell’IMU e l’abbattimento della Tari; stop alle concessioni edilizie per grandi strutture di vendita e freno alle medie strutture. Capitolo che segna una netta discontinuità rispetto al passato riguarda  gli eventi: Confesercenti chiede una calendarizzazione annuale delle manifestazioni e soprattutto una maggiore professionalità nell’organizzazione di eventi come quelli del Natale, che lo scorso anno hanno deluso molti. In pratica, l’affidamento ad un’agenzia specializzata, tramite bando, degli eventi e la ricerca di un esperto per operazioni di marketing e promozione della città, che interagisca con il Duc e le associazioni.

Assessori disponibili ad aprire un confronto su questi temi (ma erano assenti Alessia Manfredini sul tema parcheggi e mobilità e Maurizio Manzi per il fisco). “La situazione richiede un intervenuto immediato, non c’è più tempo da perdere se non vogliamo rischiare la desertificazione del centro di Cremona – commenta il presidente Boschiroli – Chiediamo che ciascuno faccia la propria parte: i commercianti devono prendersi le proprie responsabilità ma anche la politica deve intervenire senza più tentennamenti. Questa amministrazione scadrà tra 18 mesi, è necessario che in questo lasso di tempo le istanze del comparto, vitale per il tessuto socioeconomico della città, vengano ascoltate e prese in considerazione seriamente. Non è più tempo di parole e promesse: nei prossimi mesi gli amministratori devono dimostrare con i fatti che vogliono realmente fare rinascere Cremona”.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti