29 Commenti

Galleria 25 Aprile, settembre
nero: chiusi Grom,
Chips House e la pizzeria

Settembre nero per la Galleria 25 aprile di Cremona. Tre chiusure in quello che da tempo non è più il salotto buono di una città purtroppo sempre più degradata e poco accogliente. Ha chiuso i battenti il ristorante pizzeria “Il Re delle due Sicilie” dopo un solo anno di apertura e lo ha fatto dopo aver prolungato più volte rinnovando il “chiuso per ferie” di settimana in settimana, cartello sostituito oggi nel più esplicito “chiuso per 15 giorni per cambio gestione”.

Centinaia di migliaia di euro sono stati impegnati nella ristrutturazione per un locale che non è mai decollato. Nei giorni scorsi i titolari hanno proveduto a svuotare il ristorante delle loro cose mentre il resto di mobili, arredi ecc. resterà in loco in quanto di proprietà della società immobiliare proprietaria anche dei muri. Chiuso anche “Chips House”, la casa delle patatine che aveva aperto in Galleria nello slargo centrale, dove un tempo vi era la libreria “Il Tarlo”, poi un negozio di abbigliamento; anche se sulla vetrina campeggia ancora un cartello per la ricerca di personale, sembra non vi sia alcuna intenzione di riaprire. E’ uno dei pochi casi in Italia di chiusura di queste botteghe della patatina fritta che, sfruttando la moda europea e americana, ha aperto ovunque soprattutto in spazi piccolissimi con grande successo. A Cremona niente da fare.

Ma a suscitare scalpore è la chiusura annunciata della Gelateria Grom, un marchio mondiale che in queste ore ha detto definitivamente addio a Cremona. Proprio nella mattinata di lunedì sono iniziati i lavori di smantellamento: vetrine oscurate da cartoni e lavori in corso per svuotare un negozio che per anni è stato punto di riferimento per moltissimi cremonesi.

Ricordiamo che lo scorso anno se n’era andata, liberando un piano intero, anche l’Ina Assicurazioni che era in Galleria fin dalla sua fondazione. Una situazione assurda per la nostra Galleria, un tempo fiore all’occhiello della città, regno dello struscio dei giovani impegnati a fare “vasche”  su e giù con la propria compagnia e luogo dei negozi con le firme più importanti della città.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Ora sentiamo i fenomeni che dicono che è colpa del commercio online…

    • Sorcio Verde

      E anche quelli che dicono: sono chiusi la domenica, ci sono prezzi più concorrenziali…dimenticando che in questi 3 casi avevano prezzi uguali in tutta Italia e lavoravano soprattutto nei weekend.
      Fenomeni appunto.

  • pisto

    All’Old Wild West e al McDonald di Cremona Po c’è sempre la coda…

    • Ronni

      Quando le chiederanno di dovè lei …dica che è cittadino del cremona po !

      • pisto

        Non credo proprio, ho il laboratorio a Bagnara da 27 anni e l’ho avuto prima in citta’ per 14, chiuderò quando andrò in pensione.
        Comunque vedo le code quando vado a fare un giro a Unieuro…

        • Ronni

          Allora venga ad aprirlo a cremona così poi vedremo cosa ne penserà ..!!

          • pisto

            Perché dovrei, perche’ lo dice lei ? …è lei che da i permessi per andare o non andare a Cremona Po e per aprire attività in città…?
            Ma va al cinema i disiva na volta !!!

  • Ronni

    Hanno fatto nuova la città !! Se ne vanno via tutti…!! Naturalmente colpa dei commercianti cremonesi …peccato siano multinazionali!!

  • Patrizia Signorini

    ma qualcuno – amministratori e cittadini – se le fa mai delle domande?

  • Enrico Lombardi

    Neppure la patata at-tira più i cremonesi….

  • Marte

    Ma saranno marziani o cremonesi tutti quelli che ieri di domenica gremivano i negozi al centro commerciale? Avranno trovato chiusi i negozi del centro? O magari avranno trovato una più vasta offerta commerciale e a prezzi più umani? Ma su via sarà colpa del sindaco che non ha voglia di lavorare la domenica!!!

    • Ronni

      Le multinazionali che se ne vanno lavoravano anche la domenica …ma tanto lei non vuole capire ….

      • Marte

        Le multinazionali vanno via perché non avranno voglia di fare le cattedrali nel deserto. Deserto che di certo non è una punizione divina ma il risultato di scelte e comportamenti errati di persone che come lei oltre a non farcela sono anche presuntose. Si liberi dai paraocchi

        • Ronni

          Non farcela ???? 😂😂😂😂😂😂😂😂😂 …!!! I comportamenti errati sono quelli dei rosiconi…si liberi dai paraocchi !

          • Marte

            I rosiconi ? I commercianti che cercano di sopravvivere in centro e avrebbero la forza di ripartire in un centro commerciale? Ma in che mondo vive? Con queste ultime affermazioni si è presentato per quello che è

          • Ronni

            Lei fa senza presentarsi …!! Comunque i negozi che sono nei centri commerciali di chi sono , degli architetti ? non sono forse commercianti anche loro ?? I commercianti che hanno i negozi in centro non ne hanno nei centri commerciali?? Ma dove vive lei ?? A cremona ce ne sono 6 , ma soprattutto non esiste solo cremona . Comunque si rassegni , anche quando andrà a spendere nei centri commerciali farà arricchire un commerciante…

          • pisto

            Non vedo cosa ci sia di male ad ” arricchire” un commerciante…se pero’ si trova lo stesso bene ( ben inteso, lo stesso bene) da un commerciante che chiede di meno “arricchisco” piu’ volentieri il secondo…senza demagogia…e comunque la concorrenza abbassa i prezzi e ” dovrebbe” alzare la qualità media dell’offerta mi sembra.
            In merito al centro città ed alla galleria in particolare condivido in pieno l’intervento del lettore bvzpao.
            Non mi scaldo per incolpare questa o altre amministrazioni di non fate abbastanza per il commercio del centro perché e’ un copione già visto ai tempi del “buco” di piazza Marconi…bisogna fare il parcheggio sotterraneo e risolveremo i problemi del centro…nel frattempo le cpse sono cambiate la popolazione invecchia e diminuisce…quali strategie per una città che ha oltre il 40% di cittadini over 65?…che intanto che scrivo saranno già oltreil 45 %…?

    • Stante59

      No non ci sono passati perché non è comodo parcheggiare…..semplice.
      E poi…la coop sei tu!

  • bvzpao

    la proprietà della galleria è certamente privata e quindi chiede l’affitto che vuole, ma tocca alla politica aiutare – defiscalizzando, per esempio – chi vuole installarsi in centro. Oppure potrebbe decidere di supertassare lo sfitto commerciale, in modo che sia più conveniente affittare a prezzo ridotto piuttosto che tenere vuoto.

  • Illuminatus

    Io, che abito in zona periferica e quindi mi sposto con l’auto se devo fare spesa, scegliere se cercare un parcheggio in centro, peraltro a caro prezzo, oppure andare all’Ipercoop dove il parcheggio c’è sicuramente ed è gratis, scelgo quest’ultimo.

    Se ho voglia invece di fare quattro passi in relax ed il tempo è clemente, scelgo il centro (ma non faccio spesa, perché non posso portare borsoni a piedi).

    Tanti la pensano come me, soprattutto dopo aver girato mezze ore a cercare un buco per l’auto, oppure dopo aver preso multe che sapevano più che altro di estorsione (se il posto legale non c’è).

    E quindi… le abitudini cambiano.

    • Bebo Lacchini

      Hai centrato il punto. Centro chiuso, parcheggi cari e tutti a pagamento. Non si può competere con Cremona Po.

      • Illuminatus

        Infatti, non è così difficile da capire… se si vuole, naturalmente.

  • LuCy Zhu

    Gli affitti son troppo costosi e ovvio che in tempo di crisi si fa fatica a tenere le serrande aperte

    • Ronni

      Infatti secondo lei le multinazionali se ne vanno per gli affitti…nei centri commerciali sono stratosferici !!

  • Romolo

    In coda nei centri commerciali tutti tristi e sofferenti per il centro cittadino svuotato…
    Intano, il Comune continua ad autorizzare spazi commerciali in periferia per guadagnare nel breve, impoverendo e degradando nel medio-lungo termine la città e i suoi piccoli negozi, che ne costituiscono l’anima, e i cittadini risparmiosi (?) sulla spesa pagano dazio di una città con un numero sempre maggiore di botteghe, uffici, case e portafogli vuoti.

  • Bebo Lacchini

    Secondo me Grom è stato semplicemente affossato dalla nuova gelateria in Piazza Roma e forse non fa più i numeri necessari per convincere la proprietà a tenerlo aperto. Per quanto riguarda Patatina penso sia semplicemente il fatto che un monoprodotto come quello possa sopravvivere solo con una grande utenza che a Cremona non c’è, forse il posto adatto è un centro commerciale con molta più frequentazione rispetto al centro di Cremona che, grazie alla chiusura e all’assenza totale di parcheggi (tutti riservati ai residenti), è diventato un deserto. Per quanto riguarda la pizzeria credo che non abbia raggiunto il livello dei ristoranti e delle pizzerie del centro storico, oltre che ad un ambiente piuttosto “freddo” e impersonale (troppo illuminato e con la gente che mangia in vetrina). parere personale.

    • Illuminatus

      >>>rispetto al centro di Cremona che, grazie alla chiusura e all’assenza
      totale di parcheggi (tutti riservati ai residenti), è diventato un
      deserto.

      Appunto.

  • Tommaso

    Affitti troppo alti ma anche nel caso fossero più bassi c’è bisogno di clientela e qui a Cremona in centro latita ormai da anni. Finchè non abbasseranno gli affitti, finchè non abbasseranno i costi dei parcheggi e di conseguenza anche maggiori posti ove parcheggiare (non solo Saba) e soprattutto finchè i centri commerciali rimarranno aperti anche di domenica e festivi, il centro di Cremona è destinato a desertificarsi sempre di più!
    Mia personale opinione ovviamente….

  • Stante59

    Aspettiamo i consigli dell’assessora……