Commenta

Osservatorio Tamoil: la
canottieri Bissolati sarà
rappresentata dal geologo Porto

Il geologo Gianni Porto rappresenterà la canottieri Bissolati nella prossima seduta dell’osservatorio Tamoil, in programma mercoledì 20 settembre. Seduta aperta a tutti i cittadini (sala Quadri, ore 17,30), con all’ordine del giorno un aggiornamento sulle analisi ambientali nelle aree interne, ma anche sul monitoraggio dell’andamento inquinanti esterno all’ex raffineria. Si farà anche il punto sulla dismissione dell’impianto produttivo, iniziata lo scorso mese di agosto con l’abbattimento delle due torri – fiaccole, e che secondo un precedente cronoprogramma avrebbe dovuto giungere a buon punto entro il 2017.

Il geologo Porto ha fatto parte del “pool radicale” che ha sostenuto, con successo, l’azione popolare di Gino Ruggeri nel processo a carico dei dirigenti Tamoil. La sua consulenza tecnica sul cosiddetto “taglione” (la barriera naturale che, secondo la tesi dei difensori della Tamoil, avrebbe dovuto impedire lo sversamento degli inquinanti dalla raffineria alle aree esterne delle canottieri) ha avuto un peso fondamentale nel processo Tamoil, in ordine alla natura dell’inquinamento, alla sua propagazione e alle misure messe in atto per contenerlo. Il suo contributo è stato fondamentale anche successivamente all’evento processuale, fornendo al gruppo radicale cremonese un contributo di competenza e professionalità in tutte le iniziative di interlocuzione con le amministrazioni pubbliche tese ad affrontare le problematiche riguardanti i procedimenti amministrativi e le operazioni di ripristino ambientale.

© Riproduzione riservata
Commenti