2 Commenti

48enne cinese si prostituiva
in un'abitazione di via Carso
Connazionale denunciata

Scoperto dalla squadra mobile di Cremona un appartamento all’ingresso di via Carso, una laterale di via Brescia, dove si esercitava la prostituzione. All’interno dell’abitazione è stata trovata una donna di nazionalità cinese di 48 anni che accoglieva i clienti chiedendo 50 euro a prestazione. Per la donna, irregolare sul territorio, sono state avviate le pratiche per l’espulsione, mentre l’affittuaria dell’appartamento, una connazionale di 51 anni con alle spalle precedenti specifici, è stata denunciata per favoreggiamento della prostituzione. La donna è tuttora irreperibile. All’interno dell’appartamento c’era un monitor collegato all’esterno ad una videocamera, utile per controllare l’eventuale arrivo di forze di polizia.
Uno dei poliziotti della Questura si è finto cliente e, parlando con la donna, ha avuto la conferma che in quelle stanze si esercitava la prostituzione. All’interno dell’appartamento sono stati sequestrati preservativi, cellulari e olii da massaggio, oltre a 340 euro in contanti. L’attività, a sentire i condòmini, andava avanti ormai da diverso tempo. La polizia aveva avviato l’indagine in seguito all’abituale monitoraggio di alcuni siti di annunci on line.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti
  • luciano1956

    Irregolare sul territorio …sai che novità

  • Sorcio Verde

    Adesso chi pagherà le nostre pensioni, come facciamo senza queste giovani imprenditrici !!