Commenta

Esche killer a Parco Asia?
Sequestro dei vigili. Psicosi
bocconi avvelenati in città

Ennesimo allarme bocconi avvelenati in città: le segnalazioni, ormai, sono all’ordine del giorno. Proprio questa mattina gli agenti della polizia municipale sono intervenuti al Parco Asia e hanno sequestrato bocconi di würstel congelati trovati per terra da un residente che stava portando a passeggio il suo Rottweiler. Di questi bocconi, il cane ne aveva già mangiati un paio. La polizia municipale ha recuperato le presunte esche che ha consegnato all’Ast di via San Sebastiano. Si attende l’esito delle analisi e si stanno monitorando le condizioni dell’animale che per il momento non ha accusato malori.

Anche in queste ultime ore sono stati numerosi gli avvistamenti di quelli che sembrano in tutto e per tutto bocconi avvelenati. Segnalazioni da via Platina, via XI Febbraio e zone limitrofe. A lanciare l’allarme sono stati i residenti che passeggiando con i propri cani hanno evitato per un soffio che i loro amici a quattro zampe mangiassero bocconi tossici. Quella delle esche avvelenate fa parte di una lunghissima serie di episodi che sembra non avere fine: ci sono stati ritrovamenti anche in via Poffacane, in viale Concordia, via Giuseppina e limitrofe, a Sant’Ambrogio, al quartiere Po e nella zona di via Giordano.

Solo l’altra settimana era morta Lady, una femmina di razza corsa di tre anni avvelenata nel giardino della sua abitazione a Gerre dè Caprioli. Dall’esterno, qualcuno aveva lanciato nella proprietà qualche boccone tossico che l’animale aveva mangiato. L’effetto era stato devastante e purtroppo per il cane non c’è stato nulla da fare. Disperato il proprietario che dai social aveva lanciato l’allarme. Un fenomeno dilagante, dunque, che sta creando notevoli preoccupazioni tra i proprietari di animali domestici di città e provincia.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti