Commenta

Manutenzione estintori: alla
palestra Virgilio ennesimo
ritardo nel controllo semestrale

Il cambio di gestore per l’installazione e manutenzione degli estintori nei fabbricati di proprietà comunale sta creando problemi alla palestra della scuola media Virgilio. Ottobre è terminato senza che sia stato fatto il controllo semestrale previsto per legge all’apparecchio installato all’ingresso delle palestre utilizzate in concessione dall’Asd Polisportiva Corona. Il precedente era avvenuto ad aprile. Non sarebbe la prima volta che questa operazione viene fatta in ritardo. Ed è per questo che la società sportiva, stavolta, denuncia il problema pubblicamente. Lo fa il dirigente del Corona Gianfranco Felloni: “E’ almeno la terza volta in poco più di un anno che in prossimità della scadenza faccio presente al Comune di allertare il gestore. E anche in questa occasione, come nelle altre, mi hanno risposto di non preoccuparmi, che il controllo sarà effettuato.  A tutt’oggi, però, non è ancora arrivato nessuno e la responsabilità della sicurezza dei ragazzi ricade su di noi”.

La targhetta sull’estintore appeso tra le due palestre, a cui si accede anche da un ingresso indipendente dalla scuola, mostrano che l’ultimo controllo è stato effettuate ad aprile. La norma di riferimento è la UNI 9994-1:2013 e prevede che con frequenza almeno semestrale venga fatta una verifica dell’efficienza dell’estintore tramite una serie di accertamenti tecnici specifici a seconda del tipo. I passaggi successivi sono la revisione, cinque anni dopo l’installazione, e il collaudo, dopo ulteriori cinque anni. “Sono molto preoccupato – aggiunge Felloni – mi chiedo con quanta sollecitudine verranno effettuate queste incombenze previste dalla legge. Se una norma c’è bisogna rispettarla, poco importa se adesso sono passati appena pochi giorni dalla fine del semestre. Ripeto: tutto questo si sta ripetendo da troppo tempo, e il fatto che la ditta incaricata abbia sede in Puglia non può essere una scusante”.

Il problema estintore non è l’unico a preoccupare l’associazione sportiva, che molto si è spesa in questi anni per rendere funzionali le due palestre utilizzate, da ultimo con la tinteggiatura delle pareti, la sistemazione dei finestroni, la rimozione di attrezzi rotti e non utilizzati dea tempo. Resta però critica la situazione dei bagni e spogliatoi utilizzati dagli ospiti durante le partite, con porte rotte e infiltrazioni  d’acqua.

© Riproduzione riservata
Commenti