Commenta

Poli: 'Su campetto parco
Sartori una polemica
da azzeccagarbugli'

Altra commissione di Vigilanza, voluta dalle minoranze consigliari, dopo quella di un paio di settimane fa che ha chiesto conto alla presidente del Consiglio Simona Pasquali circa la procedura per l’indizione del referendum strada sud. La prossima  è stata convocata dal presidente Marcello Ventura per giovedi 30 novembre, sempre su sollecitazione della consigliera Maria Vittoria Ceraso (Obiettivo Cremona con Perri), su un altro tema controverso, ossia la sistemazione del campetto di via dei Classici intitolato a Robi Telli e sistemato un paio di anni fa dall’amministrazione comunale. Sulla questione sollevata da Ceraso (leggi qui: Campo da basket del parco Sartori, Ceraso: ‘Per Regione non è un’opera legata al campeggio’), per la maggioranza replica Roberto Poli, Pd: “Sul campetto di basket della zona Po si è scatenata la classica tempesta in un bicchiere d’acqua.
Eppure pare non bastare a chiudere la polemica neppure la chiara risposta scritta degli ispettori della Regione Lombardia che confermano la conformità del progetto “completamento area campeggio” rispetto a quello presentato. Invito pertanto a uscire dalla logica del sospetto e dall’atteggiamento da azzegarbugli e a stare ai fatti e alla sostanza delle cose. Evidentemente per l’opposizione è più semplice confondere le acque che ammettere i risultati raggiunti dall’Amministrazione. Limitandomi al comparto area fiume Po, senza entrare nelle altre profonde e storiche trasformazioni in corso nella città, ricordo quanto è già stato fatto e quanto si sta facendo per valorizzare finalmente il fiume, la sua ricchezza e il suo patrimonio storico, culturale e ambientale. Da valorizzare anche in termini turistici.

E parliamo di cose importanti: dalla rinascita delle Colonie Padane grazie all’intervento del privato alla ristrutturazione e rinnovo della piscina e impianti con il project financing, dalle piste ciclabili nel percorso VENTO all’introduzione di nuovi spazi di attrattività sul fiume, dal nuovo campeggio al rilancio della navigazione fluviale in sinergia con le Canottieri, dai nuovi interessi di recupero dei campi di tennis al recupero dell’area dell’ex-campeggio,  dal nuovo campo di frisbee sino ad arrivare nel quartiere in via dei Classici al campetto di basket oggetto della polemica. Campetto che si inserisce in termini complementari nel recupero complessivo dell’area e che incontra anche le richieste dei cittadini e del quartiere”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti