16 Commenti

CasaPound contro
bando Prefettura per
accoglienza migranti

Striscione di CasaPound Italia lungo la Paullese e a Picenengo, per protestare contro il bando della Prefettura che stanzia 40 milioni di euro per l’accoglienza nel 2018 di circa 1500 richiedenti asilo sul territorio provinciale. “I presunti profughi sono una ‘risorsa’ solo per le cooperative che riescono a lucrare sulle loro spalle, non certo per i cremonesi. La nostra città ne ospita già abbastanza, il bando va sospeso. E i soldi – sottolinea Gianluca Galli, candidato di Cpi alla Camera e in Regione – vanno destinati alle famiglie e alle imprese cremonesi in difficoltà. In un momento storico in cui il popolo italiano vive sulla propria pelle le conseguenze della crisi e vede continuamente assottigliati i propri diritti, è inammissibile che tutti questi milioni vadano all’accoglienza e non al rafforzamento dei servizi e degli interventi sociali”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Gino Testi

    Al di la del merito di questa iniziativa, con cui si può anche concordare, vorrei soffermarmi sulla qualità della comunicazione, assolutamente censurabile e odiosa: dall’utilizzo dei caratteri in maiuscolo con font tipicamente ultras all’hastag “Basta Feccia!”, questo ameno movimento politico meriterebbe di essere sciolto per lo meno per incitazione all’odio. Oltretutto, volendo vedere, quanta ‘feccia’ è presente nel tanto (da loro) difeso ‘popolo italiano’…?

  • Romualdo Balocci

    Penso proprio che il carattere utilizzato sia l’ultima cosa di cui occuparci;
    inoltre se mettere l’accento sul fatto che vengono utilizzati fondi per il mantenimento di persone di cui non sappiamo la provenienza (cioe se effettivamente sono fuggiti per motivi umanitari) o semplicemente per bighellonare a spese degli italiani, e’ incitazione all’odio od invece buon senso ,questo e da dimostrare.

    • Mirko

      Concordo

    • L’Alter Ego – Psychedelic Ed.

      Giusto. Passiamo a parlare del perché questi bighellonano a spese degli italiani: perché lo fanno? perché non hanno voglia di fare niente come qualcuno vuol far credere o perché, per la legge italiana messa a punto dal centrodestra, non possono fare niente in quanto “clandestini”?
      Quanto all’uso del termine feccia, si qualifica da solo.

      • Gino Testi

        Concordo. Il problema, infatti, non è l’immigrato in sé (fosse anche “clandestino”), ma come la politica italiana non ha saputo gestire e controllare il fenomeno (dalla Legge Martelli del 1986 alla Bossi-Fini, passando per la Turco-Napolitano). Forza Nuova, Casa Pound e Lega gettano benzina sul fuoco con slogan demagogici e populisti che incitano all’odio etnico inducendo la gente a demonizzare l’immigrato in quanto tale e non la palese incapacità di governare il fenomeno…

    • Gino Testi

      E’ incitazione all’odio rivolgersi a persone immigrate, in questo specifico contesto sociale e politico, come a “feccia”. Incita all’odio, scuote la pancia delle persone già incazzate, le indirizza a considerare l’immigrato “il problema”, quando è evidente che al contrario il problema è come la politica gestisce il fenomeno…
      Il font in uso da ultras da stadio (ad esempio quelli della Lazio, notoriamente di tendenza fascistoide) è emblematico, d’altronde, perché nella comunicazione la forma è sostanza.

    • Andrea

      L’incitazione all’odio è chiamare feccia un essere umano, o entrare in politica e firmare leggi come quella che obbliga il migrante a fermarsi nel paese di sbarco (firmata dal centro destra) e poi urlare questo tipo di slogan alla pancia della gente con la memoria corta. Mi ricorda quando eravamo noi a emigrare e far casino all’estero, anche i politici svizzeri ci hanno campato per un po sull’incitamento all’odio. Vedevi cartelli con scritto “vietato ai cani e agli italiani”. Sai per quanti popoli siamo stati “feccia” noi?Nessuno nega che l’immigrazione sia un problema, ma prendersela col migrante di sicuro non è la soluzione. Ci sono i lavativi, che vengono qua per spacciare e vivere a spese nostre. Anche io sono dell’idea che quelli possano anche tornarsene indietro, ma basta aver fatto la prima elementare per capire che non è questo il modo.

  • Mirko

    Non abbiamo soldi per i nostri nonni che hanno eretto questo paese,non abbiamo soldi per poter far crescere e dare un futuro ai nostri figli, alle nostre imprese, ma per le cooperative rosse,che mangiano a sbaffo sulla pelle dei clandestini,i soldi li trovano eccome…..questi soldi sono i nostri soldi,e sarebbe meglio utilizzarli per altro

    • Illuminatus

      Hai ragione da vendere.

  • luciano1956

    Non voto questi partiti estremisti , però hanno ragione da vendere , se non cambierà nulla ce ne saranno sempre di più di italiani arrabbiati che li voteranno

  • Sorcio Verde

    Ma Valentina Nappi dov’è?