Un commento

Parco Fazioli e prato vietato,
assessori: 'Quel cartello non
è nuovo e andrà cambiato'

‘Nessun nuovo cartello a parco Fazioli, quello pubblicato era già presente e sarà aggiornato, come tutti quelli degli altri parchi”. L’assessore Barbara Manfredini (polizia locale e rigenerazione urbana) assicura ai frequentatori dell’area verde – da tempo divisi tra residenti e non, possessori di cani e non – che non c’è nessuna contraddizione tra quel cartello e la volontà dell’amministrazione di portare a termine il progetto di recupero del parco per fermare il degrado e farne un’area più fruibile, con particolare attenzione ai bambini, a cui verrà riservata un’area giochi attrezzata, anziani e giovani, anche con una piccola area fitness. La polemica era nata dal gruppo Amici a 4 zampe, costituito dai frequentatori dell’area sgambamento cani recintata, all’interno dello stesso parco, che ieri avevano fatto notare l’incongruità tra la prospettata riqualificazione e il cartello che vieta calpestio dei prati e tutte le attività all’aperto (giochi, bivacchi, ecc.).

“Mi sembra una polemica sul nulla – afferma Alessia Manfredini, responsabile di Ambiente e Mobilità – Ho verificato che non si tratta di un nuovo cartello, bensì di uno messo precedentemente, prima del nuovo regolamento e prossimamente verranno aggiornati in tutti i parchi”.

L’art.27 del regolamento di polizia locale citato sul cartello si riferisce ad un testo vecchio, di recente superato dal nuovo regolamento di polizia locale e convivenza civile. I cartelli aggiornati sono già visibili in altri parchi, ad esempio in piazza Roma.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Cogrossi Diego

    Visto che gli assessori sono e possono essere a conoscenza della data di esposizione dei cartelli messi nel parco.fazioli vorremmo sapere quando sono stati.esposti .