Commenta

Pomì guarda al futuro: affilia
Calerno e benedice sodalizio
tra Corona e Dinamo Zaist

(foto Ferrarini)

E’ una Pomì che guarda al futuro quella che si affaccia al 2018/2019. L’obiettivo della VBC Casalmaggiore è quello di allargare sempre più la propria sfera di influenza sulle categorie giovanili e ovviamente non si poteva che guardare anche al territorio cremonese.  In questo senso, la società di Strada Baslenga, a margine del Trofeo Stabili, ha anche tenuto a battesimo l’unione tra due storiche società cremonesi: la Dinamo Zaist e il Corona. Un sodalizio molto interessante quello tra le due società che si muovono in verso contrario rispetto a tante altre realtà sportive che tendono spesso a dividere i territori italiani invece di unirli per realizzare qualcosa di più grande e più strutturato, non solo dal punto di vista logistico. L’idea è stata anche quella di ampliare il numero e la qualità di dirigenti e  allenatori presenti nello staff delle due squadre, con addirittura due patentini di 3° grado, gli ex giocatori professionisti Puerari e Fedeli. Le squadre giovanili sino alla U16 saranno gestite dal Corona mentre le squadre “over” quindi Terza, Seconda e Prima Divisione oltre alla Serie D saranno targate Dinamo Zaist. Il progetto di educazione allo sport partirà, oltre che dalle squadre sopraccitate, anche dalle scuole e dalle piccole società oratoriali che la Dinamo Zaist e il Corona già da ora si prefissano di visitare con continuità. Per il momento non si parla ancora di affiliazione vera e propria, ma certamente dalla Pomì si guarda con molto interessa a questa sinergia.

Durante la serata, è stata inoltre presentata e ufficializzata una nuova affiliazione, quella con la Polisportiva Volley Calerno, la quarta ufficialmente riconosciuta dalla VBC. Squadra dal più vasto ed interessante progetto a lungo raggio della provincia di Reggio Emilia, il Volley Calerno rispetta tutti i requisiti che la VBC Pomì Casalmaggiore si è prefissata per scegliere le proprie affiliate, con una foresteria che vede usufruirne all’attivo ben 11 atlete provenienti da tutta Italia e che vanta una squadra U18 che milita anche nel Campionato di B2, una U16 che milita anche nel Campionato di Prima Divisione (oltre ai Campionati Regionali come per la U18) e una U14 Provinciale e con obiettivi di tutto rispetto.

“Ci fa piacere continuare il nostro percorso – dice il Direttore Generale VBC Giovani Ghini – di affiliazioni con il criterio che ci siamo regolamentati all’interno della VBC, vale a dire avvicinarsi a società che abbiano un progetto pluriennale, che facciano tutti o quasi tutti i campionati Nazionali e, non ultimo, che abbiano atlete che provengono da diverse parti d’Italia quindi con una foresteria ben attrezzata. Come sempre nelle nostre affiliazioni, diamo un supporto alla società condividendo corsi di aggiornamento tra i loro dirigenti e i nostri, così come per gli allenatori e tutto lo staff tecnico mettendo sempre a disposizione il nostro alle società che ci sono state vicine. Questa non è l’ultima affiliazione che faremo, anzi continueremo su questa strada per portare nella Famiglia Pomì le eccellenze a livello Nazionale. Con il presidente del Calerno era già un anno che ci si incontrava per formalizzare i dettagli e abbiamo deciso di ufficializzare questo patto in una bella serata di sport come quella del Trofeo Stabili.”

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti