Commenta

Omicidio di Manuela Bailo:
Pasini si è detto pentito
'Non volevo ucciderla'

“Pasini da domenica si è reso conto di quello che ha fatto e sta mostrando pentimento. E’ consapevole della gravità della situazione”. Lo ha detto l’avvocato Matteo Scapaticci, legale di Fabrizio Pasini, il sindacalista Uil reo confesso del delitto di Manuela Bailo, uccisa nel bresciano il 28 luglio scorso e il cui corpo è stato poi occultato dallo stesso ex amante nelle campagne di Azzanello, nel cremonese. L’uomo ha spiegato di aver litigato con Manuela mentre i due si trovavano nella casa dei genitori di lui a Ospitaletto. “Ci siamo spinti ed è caduta dalle scale”, ha detto Pasini nel corso della sua confessione. “Il reato contestato prevede la colpa o la preterintenzione”, ha spiegato l’avvocato Scapaticci. “Le indagini non sono ancora concluse ed è una vicenda da ricostruire”. Ancora da fissare l’interrogatorio di garanzia per la convalida del fermo. Nel frattempo è in corso l’autopsia sul corpo della 35enne di Nave. Il sostituto procuratore di Brescia Francesco Milanesi ha conferito l’incarico al medico legale che avrà novanta giorni di tempo per depositare la relazione.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti