12 Commenti

Viale Trento e Trieste,
primi tagli agli alberi per
far posto alla ciclabile

Prosegue l’attività propedeutica in vista dell’avvio dei lavori per la realizzazione della pista ciclabile in viale Trento Trieste (la numero 18 del Biciplan) che inizieranno lunedì 27 agosto. Dopo la distribuzione ai residenti, ai titolari di attività commerciali e pubblici esercizi dei volantini contenenti informazioni riguardanti il cantiere, questa mattina, nella prima parte del tratto compreso tra via Palestro e via Geromini, “per garantire innanzitutto l’incolumità pubblica”, è iniziata la rimozione di sette alberi che, “a seguito di specifiche analisi condotte da tecnici agronomi, hanno ormai concluso il loro ciclo vitale (classe C-D)”. Gli alberi rimossi, fanno sapere dal Comune, “saranno naturalmente sostituiti”.

“Verranno messe a dimora su tutto il viale più di 45 nuove piante”, dichiara l’Assessore alle Infrastrutture e all’Ambiente Alessia Manfredini, che, affiancata dai tecnici incaricati di sovrintendere alle varie fasi del cantiere, questa mattina ha effettuato un sopralluogo, presente il coordinatore del Servizio Verde del Comune Fabio Petrelli, per seguire da vicino l’intervento. “La realizzazione di questa pista ciclabile – prosegue l’Assessore – consente, tra l’altro, di rimodulare la sosta a favore di residenti e delle attività commerciali e riqualificare il patrimonio arboreo del viale: si tratta di un elemento importante in quanto, oltre a permettere alle biciclette di percorrere in sicurezza una delle principali arterie cittadine e rendere più sicuri gli attraversamenti personali, si è posta la giusta attenzione anche all’aspetto ambientale”.

I lavori si protrarranno per quattro mesi e si svilupperanno in cinque fasi, l’una successiva all’altra: oltre al tratto compreso tra la chiesa di San Luca e via Palestro, da lunedì il cantiere interesserà anche il tratto di viale tra via Palestro e via Felice Geromini, sarà poi la volta della parte compresa tra via Geromini sino a via Aselli, quindi da via Aselli sino a via S. Antonio del Fuoco, infine, da via S. Antonio del Fuoco a piazza della Libertà. La pista ciclabile di viale Trento e Trieste ha una lunghezza di 1.2 km, sarà bidirezionale e si collegherà con le ciclabili di via Mantova e via Brescia la cui realizzazione è prevista nel 2019.

Durante le varie fasi del cantiere vi sarà solo un restringimento della carreggiata per consentire l’effettuazione dei lavori, in ogni caso, assicurano dall’Amministrazione, la viabilità di viale Trento e Trieste non subirà alcuna modifica. “Un’apposita cabina di regia – concludono dal Comune -, già costituita e che vede coinvolti tecnici del Settore Lavori Pubblici e Mobilità, della Polizia Locale e di AEM S.p.A., sta compiendo un’analisi accurata in modo da potere gestire al meglio l’andamento dei lavori così da individuare le necessarie soluzioni nel caso dovessero verificarsi disagi”.

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mario Rossi SV

    …“La realizzazione di questa pista ciclabile – prosegue l’Assessore – consente, tra l’altro, di rimodulare la sosta a favore di residenti e delle attività commerciali “… Cioè???

    • michele merlini

      attualmente è sosta a pagamento per tutti. Probabilmente colgono la palla al balzo per dedicare alcuni posti a residenti e commercianti, come in altre parti del centro. Credo

      • Libero

        No, la sosta sul viale è attualmente mista, parte a pagamento, parte a disco orario e parte riservata ai residenti del centro e non a quelli del viale.

  • Gianluca

    Ma quali sono le attività commerciali su Viale Trento e Trieste?

  • Nicolini Gualtiero Walter

    Ma è ancora credibile questa amministrazione ?

  • dido09cr61

    Negli articoli precedenti gli alberi ” che hanno concluso il loro ciclo vitale” e che devono essere abbattuti erano 20, tutti sul lato pista ciclabile….. e tutti quelli più vicini alla carreggiata… che caso…… Quelli sull’altro lato della strada non si ammalano….; ridicoli..

    • Libero

      Ahhh certo questi alberi che si ammalano sempre dove si fanno i lavori e mai altrove, sono 20 anni che fanno così in Comune.

    • Mario Rossi SV

      Esatto!

  • Andrea

    Gentile Assessore, le porgo un’idea riguardo alla ciclabile di Viale Trento e Trieste: visto lo spazio “in mezzo agli alberi” per la quasi totalità della lunghezza del viale dove ora sono posto i parcheggi, perché non prevedere una pista ciclabile all’ombra in mezzo agli arbusti rimodulando la sosta delle autovetture e riducendo quindi la carreggiata del Viale? Grazie e buon lavoro!

    • dido09cr61

      Vedi Andrea, lo spazio è troppo poco per una ciclabile a doppio senso, poi se un ciclista urta un tronco fa causa al comune…. meglio eliminare i rischi tanto malati o sani gli alberi non posso parlare….

  • dido09cr61

    Gentile assessore, Le chiedo di togliere ogni ombra di dubbio dal sospetto che i tagli non siamo finalizzati alla ciclabile: le 45 nuove piante le metta a dimora prima dell’asfaltatura e e le metta ESATTAMENTE nel sito dove ha tolto le altre…… Prontissimo cospargermi pubblicamente di cenere il capo e a renderle lode e merito intellettuale Buona Giornata

  • Elena

    io spero solo che rimanga il parcheggio per i motorini, che dall’inizio della bella stagione a fino alla fine delle scuole non era mai sufficiente.