8 Commenti

Nuovo Conad: consegnati studi
del traffico, si farà la rotatoria
Bosco-Giordano-Mosa

Stavolta è davvero in dirittura d’arrivo il lungo iter che porterà alla costruzione del punto vendita Conad in via Giordano. La società che sta progettando l’intervento per conto della coop. Monteverdi, proprietaria dell’area ha presentato al Comune le integrazioni progettuali relative all’impatto sul traffico del nuovo esercizio commerciale, adeguando le infrastrutture ai prevedibili aumenti dei flussi. Aumenti che tuttavia si prospettano contenuti, considerate le ridotte dimensioni del supermercato e del parcheggio (che dovrebbe essere ad uso esclusivo). In particolare  lo studio prevede la realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra via Bosco, Porta Mosa e via Giordano: in questo modo si concretizzerà una delle previsioni dello studio preliminare redatto dal Comune per il riordino del comparto Giordano Cadore. Una delle preoccupazioni dell’assessorato alla Mobilità, retto da Alessia Manfredini, era infatti che il supermercato influenzasse negativamente i carichi della già problematica via Giordano. Oltre a questa rotatoria vengono previste entrata / uscita differenziate per auto dei clienti e veicoli commerciali impegnati nel carico – scarico.

Intanto si ragiona anche sulla possibilità di lasciare a vista un tratto di canale Cremonella, venuto allo scoperto durante gli scavi. Questa eventualità, molto apprezzata dagli estimatori di Cremona antica, pone però problemi di manutenzione e di igiene. Il parere degli uffici che si occupano di Mobilità è l’ultimo che deve essere espresso prima di arrivare al rilascio dell’autorizzazione a costruire. Questa sarà emessa solo a seguito di esito positivo della conferenza di servizi tra operatori privati e soggetto pubblico. La settimana prossima invece a vagliare il progetto sarà la commissione Paesaggio. g.biagi

Sullo sfondo, un particolare delle fortificazioni di epoca spagnola racchiuse nel recinto dell’ex Snum

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mario Rossi SV

    Quindi sposteranno ancora l’edicola?
    Ma perché aprire un canale che si chiuse secoli fa per ovvi motivi di igiene?
    Nostalgia dei topi?

    • Ronni

      Si , ma trattandosi di un opera indispensabile nonché socialmente utile viene prima l’interesse della comunità …che non può rischiare di restare senza centri commerciali ….!!!!!!

      • Corrado Niccolini

        non è un centro commerciale, è un piccolo supermercato che serve ad una zona completamente priva di negozi di alimentari decenti.

        • Graziano Ansaldi

          C è la Coop a due passi, ma capisco che per molti spostarsi di 1km è un problema, soprattutto il cremonese che usa l auto anche per andare in bagno.

          • Franco Ferrari

            Nella zona ci sono anche molti anziani e persone con difficoltà anche per andare a piedi in bagno. Tornare a piedi dalla COOP di via del sale fino in via Manini con borse della spesa piene non è facile,

  • antonio1956

    Più che lasciare in vista il tratto di Cremonella è opportuno, a parer mio, salvaguardare le antiche mura spagnole.

  • Simone

    Lasciano scoperto il canale per allevamento zanzare….

  • Graziano Ansaldi

    Ottimo, già ora i soliti dormienti vanno a 20 km all ora, poi con la rotatoria ci vorrà mezz’ora per fare il km. verso il centro città .