Commenta

Ponte in ferro, controlli
stringenti sul traffico:
già elevate 131 sanzioni

La vicenda del ponte di Genova ha alzato l’attenzione sulla situazione dei ponti del territorio e in particolare su quello di Po: a questo proposito, l’assessore Barbara Manfredini, rispondendo in consiglio comunale ad una interrogazione proposta dal consigliere Santo Canale, ha evidenziato che la Polizia Locale ha svolto una attenta valutazione del fenomeno transiti dei mezzi pesanti sul ponte in ferro, sia attraverso la semplice osservazione, sia attraverso mirati controlli. A questo proposito nel 2018 sono state elevate già 131 sanzioni nell’ambito di 26 servizi di controllo, contro le 62 del 2017 (29 servizi) e le 72 del 2016 (37 servizi).

“Il complesso dell’attività ha permesso di cogliere anche le tendenze rispetto agli orari in cui vengono commesse le violazioni” ha detto l’assessore. “L’anno 2018 si caratterizza per un inasprimento delle attività di controllo che hanno consentito di accertare un numero maggiore di sanzioni. I controlli naturalmente procederanno anche nei prossimi mesi soprattutto dalle 5 alle 7.30 e dalle 19 alle 22 circa in quanto che l’esperienza ha evidenziato essere questi orari scelti dai trasgressori per transitare sul ponte”.

Grande anche l’impegno degli agenti ogni volta che per incidenti, lavori, precipitazioni meteo è stata chiusa l’autostrada: “In questi casi infatti sono necessari almeno 6 agenti per l’attuazione dei blocchi stradali finalizzati ad impedire il naturale convogliamento del traffico sul ponte in ferro” ha specificato l’assessore.

Il consigliere Canale chiedeva inoltre conto della situazione manutentiva della struttura. A questo proposito l’assessore ha evidenziato come la Provincia di Piacenza, che ha competenza nelle attività di manutenzione dell’infrastruttura, “ha confermato che è in fase di predisposizione un progetto esecutivo per la riqualificazione strutturale dello stesso ponte. L’importo complessivo dei lavori è superiore ai 7 milioni di euro, completamente finanziato dalla Regione Emilia Romagna. L’approvazione di tale progetto e indizione di gara sono programmati per i primi mesi del 2019 ed i lavori presumibilmente avviati in autunno del medesimo anno”.

L’assessore Alessia Manfredii ha invece evidenziato come “Durante l’incontro di ricognizione dei ponti e infrastrutture viarie del 6 settembre con tutti gli enti, per condividere elenco da mandare al Ministero delle Infrastrutture, la vice presidente della Provincia di Piacenza ed il sindaco di Castelvetro Piacentino hanno dato informazioni sulla redazione del progetto di consolidamento del ponte in fase di progetto. E’ stato concordato di avviare una cabina di regia con tutti i rappresentanti degli enti interessati per gestire le fasi del cantiere e seguirne l’evoluzione”.

L’INTERROGAZIONE

Premesso che: considerata la vetustà del ponte in oggetto interessato nel corso degli anni da una serie di interventi di adeguamento e ripristino sommata al notevole volume di traffico veicolare, si è reso necessario intervenire attuando il permanente divieto di transito per gli autoveicoli aventi massa a pieno carico superiore alle 20 tonnellate; la recente tragedia del crollo del ponte Morandi di Genova (14 agosto 2018) evidenzia quanto la questione infrastrutturale e manutentiva sia di primaria importanza per la sicurezza e salvaguardia della vita delle persone. Ritenuto che la combinazione tra peso e velocità, sommata al notevole volume di traffico veicolare con un transito giornaliero medio di oltre 22 mila veicoli che nel 50%dei casi superano i limiti di velocità, può gravare considerevolmente sulla resistenza e stabilità della struttura del ponte. Osservato che l’ordinanza non viene rispettata ed il divieto non considerato. Tutto ciò premesso, ritenuto ed osservato, si interroga il Sindaco perchè si attivi presso gli Enti competenti al fine di conoscere quali sono allo stato attuale le condizioni di stabilità, idoneità statica e tutela della sicurezza della circolazione del ponte; quali gli interventi manutentivi programmati e/ o in corso d’opera; quali maggiori controlli e sanzioni volti a garantire il rispetto dell’ordinanza di cui sopra che vieta il transito agli autoveicoli aventi massa a pieno carico superiore alle 20 tonnellate saranno posti in essere anche in accordo e collaborazione con il Comune di Castelvetro Piacentino.

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti