Commenta

Trenord e Rfi a Soresina:
12 treni in più in regione
entro fine anno

S’intitolava “Facciamo il punto” l’incontro di questa mattina a Soresina organizzato  dai comitati pendolari della Provincia di Cremona e dai Sindaci dell’asta ferroviaria Cremona-Treviglio-Milano. Invitati i tre consiglieri regionali eletti nel territorio: Matteo Piloni del PD, Marco Degli Angeli del M5S e Federico Lena della Lega, presenti i primi due.

Presenti tutti i sindaci della tratta ferroviaria: il Sindaco di Crema Stefania Bonaldi, l’assessore alla mobilità di Cremona Alessia Manfredini in rappresentanza del Sindaco Gianluca Galimberti e i primi cittadini di Olmeneta, Casalbuttano, Capralba, Castelleone, Soresina, Madignano e Casaletto Vaprio.  Presenti anche i vertici lombardia di RFI,  Rosa Frignola e Luca Cavacchioli, e per Trenord Giorgio Spadi e il responsabile relazioni esterne Paolo Garavaglia.

“Bene che RFI e Trenord abbiano presenziato: non era scontato e abbiamo approfittato per chiedere impegni precisi – dichiara Piloni -. Per quanto riguarda i treni “usati” promessi abbiamo avuto la conferma che, seppure in ritardo rispetto a quanto annunciato (dovevano essere 9 entro ottobre), ne dovrebbero arrivare 12 entro fine anno. Al momento sono due e da lunedì ne dovrebbe arrivare un terzo. Anche se non sono ovviamente la soluzione ai tanti problemi che quotidianamente subiscono i pendolari, abbiamo chiesto che arrivino anche sulle nostre linee. Rfi e Trenord si sono inoltre detti disponibili a lavorare per inserire più treni diretti verso Milano. Ora chiederemo alla Regione che dia loro questo indirizzo. Sono poi state garantite 140 assunzioni di fronte agli 80 pensionamenti previsti. Anche qui, chiediamo più personale anche sulle nostre linee. Rfi conferma anche la disponibilità a dare in comodato gratuito alle associazioni gli spazi delle stazioni presenti nei Comuni. Bene, chiederemo alla Regione di mettere a disposizione delle risorse. Si prosegue anche con i piani di riqualificazione delle stazioni di Cremona e Crema, con i progetti del raddoppio del parcheggio della stazione di Cremona e del superamento della barriera ferroviaria di Crema. A proposito di passaggi livello, oltre a garantire la sicurezza, c’è l’impegno per le soppressioni di quelli sulla tratta Piadena-Mantova, ma ci aspettiamo che ne vengano pianificate altre. Seguiremo l’evolversi di questi impegni. Intanto ci prepariamo al prossimo appuntamento: martedì 13 novembre in Consiglio Regionale parleremo della situazione del sistema ferroviario lombardo. Saremo presenti insieme ai sindaci e ci aspettiamo risposte concrete dalla Giunta Fontana.”

© Riproduzione riservata
Commenti