3 Commenti

Elezioni provinciali, vince la
lista del presidente Viola
Pari le 2 fazioni di centrodestra

Sono stati proclamati nella notte di oggi, 1 novembre, gli eletti al Consiglio provinciale. Il risultato ha visto prevalere la lista dell’ex presidente Davide Viola, in quota centrosinistra che ha raccolto 31.553 voti. L’affluenza è arrivata al 55,43% degli aventi diritto (sindaci e consiglieri comunali, ndr), mentre il candidato che ha raccolto più voti è stato, con oltre 7mila, Alberto Sisti della lista ‘Centro destra per Cremona’. La somma dei voti, in ogni caso, non è data da singole preferenze, ma è stato adottato il sistema della ponderazione, ovvero ogni votante aveva un ‘peso’ diverso a seconda della grandezza del comune rappresentato.

La lista di centrosinistra elegge dunque sei consiglieri: Stefania Bonaldi (4.960 voti), Giovanni Gagliardi (4.166), Rosolino Azzali (4.156), Calogero Tascarella (3.935), Diego Vairani (3.874), Ernesto Roberto Barbaglio (3.572).  Decisiva, invece, per il centrodestra la frattura che si è consumata all’interno dello schieramento che ha portato alla presentazione di due liste distinte (‘Lega, Fratelli d’Italia e Amministratori del Centro Destra per la Provincia di Cremona’ e ‘Centro destra per Cremona’) e alla spartizione dei voti in modo quasi aritmetico. La sostanza, in ogni caso, parla di un pareggio di fatto: tre consiglieri ciascuno e rispettivamente 19.957 (Lega, FdI ed ex FI) e 18.276 voti (FI). I primi hanno eletto Mirco Poli (5.125 voti), Simone Beretta (3.716) e Ferruccio Andrea Giovetti (3.679), mentre chi si è compattato intorno al commissario di Forza Italia Massimiliano Salini, avrà in consiglio provinciale Alberto Sisti (7.114), Giovanni Rossoni (4.678), Massimo Mori (3.150).

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Sparks

    Pari e patta 6 – 6! Come si governa?

    • Antonio.

      Col voto del presidente é 7 a 6.

      • Sparks

        Mi era sfuggito il fatto che Viola era a parte.