Commenta

Cremona e il Museo
del Violino protagonisti
a Biztravel Forum

Il 2018, anno del turismo Cina-Europa, segna il record assoluto nell’arrivo di visitatori cinesi nel Vecchio Continente. Lo dimostrano i dati presentati mercoledì alla Fiera Milano City MiCo nel corso di Biztravel Forum, evento catalizzatore della Business Travel Community italiana e luogo di incontro tra le più importanti aziende del mercato italiano ed i maggiori operatori internazionali.

Uno dei principali appuntamenti del calendario della rassegna è stato, dunque, l’incontro “Il Turismo come volano della belt silk road”: coordinato dalla giornalista SKY tg24 Mariagela Pira, ha visto protagonista Cremona ed il Museo del Violino, prime realtà in Lombardia ad aderire al programma ‘Welcome Chinese’ unica riconosciuta dal governo cinese, per la promozione delle destinazioni e delle attività turistiche nei network in crescita del Paese orientale.

«Welcome Chinese non è stata solo una iniziativa promozionale ma una scelta azzeccata» ha osservato l’assessore con delega al Turismo Barbara Manfredini. «Il numero dei turisti cinesi in territorio cremonese è in crescita ed ugualmente positivi sono i trend previsionali. Il 15 agosto, ad esempio, un gruppo di 400 persone hanno vistato la città ed il Museo del Violino. Ed ancora l’anno scorso lo Stradivari Cremonese 1715 ha incantato la platea della Central Shanghai Tower. Una delegazione è appena tornata da China International Travel Mart (Citm), la fiera di viaggi e turismo più prestigiosa dell’Asia.

È il risultato di un sistema che ha visto il Comune, la Camera di Commercio di Cremona e Regione Lombardia lavorare insieme al Museo del Violino e a tante realtà private legate all’ospitalità ed alla ristorazione. E’ sempre bello ricevere amici che vengono da molto lontano ed è importante fare tesoro dei suggerimenti di Welcome Chinese per essere pronti a dare risposte e attenzioni al turismo cinese. Abbiamo proposto e stiamo ampliando l’offerta di itinerari dedicati in modo specifico al turismo cinese che facciano scoprire suggestioni, enogastronomia, arte della nostra città. Vogliamo consolidare una piattaforma culturale in cui incontrarsi e in modo da far sentire a proprio agio il visitatore».

Polo d’eccellenza del sistema Cremona è il Museo del Violino. «La vocazione internazionale caratterizza la proposta del Museo sin dall’apertura, tanto che sono stati subito disponibili materiali informativi e guide in otto lingue» ha spiegato Alessandro Bardelli, responsabile della comunicazione. «Nel caso del turismo asiatico sono state attivate azioni mirate a soddisfare i quattro parametri che gli studi analitici hanno indicato prioritari per il turista cinese: accoglienza, flessibilità, novità ed esperienza. A queste si aggiungono l’unicità del Museo e delle sue collezioni, la bellezza del territorio e la ricchezza del suo patrimonio culturale”.

Ieri, invece, l’assessore Barbara Manfredini e Paola Milo, responsabile del servizio turismo del Comune di Cremona, hanno incontrato Crystal Zhao, general manager di Cct di Pechino, secondo tour operator asiatico in termini di flussi turistici in uscita dalla Cina. Ha particolarmente apprezzato Cremona ed ha assicurato di volerla proporre come destinazione in quanto esprime al meglio la bellezza delle piccole città d’arte italiane. Inoltre è vicina a Milano e non molto distante da altre grandi città settentrionali. «Sono proprio le realtà come Cremona – ha osservato Crystal Zhao – ad attrarre i turisti cinesi che preferiscono itinerari alternativi alle mete più consuete. È un comparto in crescita perché il target di turisti cinesi compreso fra i 25 e 35 anni è in forte aumento ed è curioso di fare esperienze nuove e uniche. Cremona, grazie alla sua forte identità musicale e liutaria, può avere un posizionamento preciso sul mercato internazionale».

© Riproduzione riservata
Commenti