4 Commenti

Migliorare la vivibilità sociale
e il decoro urbano: protocollo
d’intesa con l’Anaci

Migliorare la vivibilità sociale e attuare politiche di sicurezza nell’ambito residenziale. Sono questi i principali obiettivi del Protocollo d’intesa approvato oggi dalla Giunta, su proposta dall’assessore alla Sicurezza Barbara Manfredini, e che sarà sottoscritto tra il Comune di Cremona e l’Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari (Anaci) di Cremona.

Il Comune di Cremona ha già stipulato un accordo di collaborazione con analoghe finalità con l’Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale Pubblica di Brescia Cremona Mantova, nel quale sono previste forme di collaborazioni operative con la Polizia Locale per migliorare le condizioni di vivibilità e coesione sociali nei contesti di edilizia residenziale pubblica.

Per estendere questa modalità operativa, in linea con quanto avvenuto a livello nazionale tra Anci (Associazione Nazionale Comuni d’Italia) ed Anaci, è stato ritenuto utile giungere anche a livello locale ad un protocollo d’intesa simile teso a rafforzare tutte le possibili sinergie con gli amministratori di condominio, coinvolgendo, nel contempo, i cittadini, così da garantire livelli sempre più efficienti di sicurezza urbana.

In base all’accordo, le parti si impegnano a costituire un tavolo tecnico permanente di confronto per favorire, entro i limiti di legge e delle rispettive competenze, la gestione condivisa di segnalazioni, esposti e reclami pervenuti dai cittadini, oppure rilevati dalla Polizia Locale e dagli amministratori di condominio. Il tavolo avrà una funzione di filtro delle segnalazioni, degli esposti e dei reclami, secondo un criterio progressivo di priorità, così da consentire un’azione efficiente ed efficace.

“Anaci Cremona, nell’ottica di una sempre e maggiore collaborazione con la Pubblica Amministrazione, ringrazia il sindaco Gianluca Galimberti e l’Assessore Barbara Manfredini, per il loro proficuo impegno rivolto alle necessità dei cremonesi, oggi sancito dall’approvazione di Protocollo di Intesa che mira ad un miglioramento delle condizioni di vivibilità e fruibilità del territorio negli spazi privati condominiali, per garantire maggiore sicurezza e tutela del decoro urbano”, dichiara al riguardo Claudio Casarini, presidente provinciale Anaci.

“Per garantire una città sempre più vivibile e maggiori livelli di sicurezza urbana abbiamo approvato il Protocollo d’intesa con gli amministratori di condominio dell’Anaci. Come Amministrazione, grazie all’impegno della Polizia Locale, che per il suo ruolo di prossimità è profondamente radicata sul territorio, riteniamo che queste forme di collaborazione siano utili per affrontare e gestire le molteplici problematiche che i cittadini manifestano agli amministratori di condominio”, commentano il Sindaco Gianluca Galimberti e l’Assessore con delega alla Sicurezza Barbara Manfredini.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Elio

    Ma di che parlano? Se ti entrano in casa dei delinquenti e te la occupano mentre sei in ferie ti ci vogliono mesi,se sri fortunato,per mandarli via da casa tua,e questo e’ solo un esempio. Grazie alle leggi ma ancor di piu grazie ai giudici che abbiamo le forze dell irdine hanno le mani legate,figuriamoci gli amministratori condominiali…

    • Jo Pesce

      La proprietà privata è inviolabile .ora puoi sparare a chi ti occupa la tua tua tua casa

      • Elio

        Magari… Legga bene la legge che non e’ cosi come la si descrive

  • Mario Rossi SV

    Ma il comune non spende già centinaia di migliaia di euro per i tutor condominiali? Qualcuno di lor signori amministratori è in grado di spiegarmi quindi a cosa servono?