Commenta

Nuovo servizio a Ginecologia:
apre ambulatorio per le
disfunzioni endocrine

Dal mese di maggio l’Ospedale di Cremona sarà dotato di un nuovo Ambulatorio di Endocrinologia Ginecologica – lo annuncia Aldo Riccardi, Direttore dell’UO di Ostetricia e Ginecologia. Che spiega: “l’ambulatorio di ginecologia endocrinologica si rivolge alle adolescenti e alle donne fino ai 40 anni di età; le donne con più di 40 anni vengono seguite da tempo presso l’ambulatorio ginecologico  menopausa, situato in Area Donna”.
“Abbiamo sentito l’esigenza di istituire l’ambulatorio di Ginecologia Endocrinologica per inquadrare in modo sistematico le alterazioni endocrine e metaboliche che compaiono in età adolescenziale e nella giovane donna – spiega Riccardi. In questo modo è possibile trattare le pazienti nel modo più adeguato senza incorrere in ritardi diagnostici, massimizzando l’efficacia delle cure. Il vantaggio di un ambulatorio dedicato a queste problematiche risiede nella possibilità di accompagnare nel tempo la donna in modo continuativo, modulando le strategie terapeutiche in base alle esigenze contingenti della paziente (esempio controllo del ciclo mestruale, dei sintomi estetici dati dalle alterazioni endocrine e del rischio metabolico che ne deriva)”.
“A seguire il nuovo ambulatorio – conclude Riccardi – saranno la dottoressa Valentina Santamaria, dirigente medico specialista in Ginecologia e Ostetricia dell’ASST Cremona, formatasi presso il servizio di Ginecologia Endocrinologica dell’IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia e la dottoressa Chiara Loardi – dirigente medico specialista in Ginecologia e Ostetricia dell’ASST Cremona, formatasi presso il servizio di Ginecologia Endocrinologica dell’ASST Spedali Civili di Brescia. Entrambe, nel loro percorso formativo e professionale, si sono dedicate con particolare interesse e dedizione alle problematiche di ginecologia endocrinologica dall’età adolescenziale alla menopausa”.

L’AMBULATORIO SI OCCUPA DI:
· Ritardi mestruali (oligomenorrea/amenorrea), cicli mestruali molto ravvicinati (polimenorrea), sanguinamenti genitali irregolari tra un ciclo mestruale e l’altro (metrorragia), mestruazioni abbondanti e che si prolungano oltre la durata di una normale mestruazione (menometrorragia), mestruazioni particolarmente abbondanti (ipermenorrea) o scarse (ipomenorrea).
· Manifestazioni fisiche di alterazioni endocrino-metaboliche quali acne, crescitaeccessiva di peli (ipertricosi), comparsa di peli in aree del corpo non tipiche per la donna (irsutismo), perdita eccessiva di capelli (alopecia), aumentata pigmentazione in corrispondenza delle pieghe cutanee (acantosi nigricans), fuoriuscita di secrezioni simili al latte dal capezzolo (galattorrea)

· Mestruazioni particolarmente dolorose tali da limitare le normali attività quotidiane della ragazza/donna

· Mal di testa importante soprattutto nei giorni del mese in cui compare la mestruazione (cefalea catameniale)

· Desiderio contraccettivo in pazienti con fattori di rischio specifici, che richiedono una valutazione approfondita rispetto a una visita ginecologica di routine

· Ritardi nello sviluppo dei caratteri sessuali secondari (sviluppo del seno, comparsa di peli pubici e ascellari) e nella comparsa del primo ciclo mestruale (menarca).

ORARIO DI APERTURA.  L’ambulatorio è aperto il venerdì mattina dalle ore 8,30 alle 13,30 a partire dal mese di maggio 2019 ed è situato nel corridoio gli ambulatori ostetrico-ginecologici al 7° piano dell’Ospedale Maggiore ASST Cremona. Inizialmente l’ambulatorio sarà aperto una volta ogni 15 giorni con auspicato incremento della frequenza a cadenza settimanale in relazione alla risposta dell’utenza.

COME SI ACCEDE. Mediante impegnativa per “visita ginecologica, prima visita” riportando nel quesito diagnostico la dicitura “Ambulatorio di ginecologia endocrinologica” al fine di evitare ambiguità con altri ambulatori ginecologici. La prenotazione avviene tramite gli sportelli CUP dell’ASST Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti