Commenta

Era ricercato per terrorismo:
prima estradizione di un
kosovaro verso l'Europa

E’ atterrato a Ciampino, con volo dell’Aeronautica Militare, Gaffur Dibrani, 27 anni, cittadino kosovaro, ricercato in quanto colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il tribunale di Brescia per il reato di istigazione a delinquere con finalità di terrorismo. Tempo fa il kosovaro era stato arrestato a Fiesse, in provincia di Brescia, con l’accusa di apologia del terrorismo. Per la Digos di Brescia avrebbe fatto propaganda islamica in rete. Poi il Riesame aveva accolto la richiesta dell’avvocato e Dibrani era stato scarcerato.
Durante le indagini era emerso che Dibrani era in contatto con il connazionale Resim Kastrati, il 23enne di Pozzaglio espulso nel 2015 prima dall’Italia e poi dalla Germania perché accusato di aver abbracciato l’ideologia jihadista.
A seguito della diffusione delle ricerche in campo internazionale da parte del ministero della Giustizia, è stata avviata da parte del Servizio di Cooperazione Internazionale un’attenta attività informativa insieme alle autorità del Kosovo, attraverso la quale si è giunti alla localizzazione del ricercato. E’ il primo caso di concessione da parte del governo del Kosovo affinché un proprio cittadino venga estradato verso l’Europa. Con lo stesso volo sono stati estradati anche due cittadini albanesi.
In particolare B.I., 28 anni, è stato rintracciato dalla polizia albanese in stretta collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale nella cittadina di Elbasan. Lo stesso si era reso irreperibile dopo essere stato colpito da ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Milano per il reato di partecipazione alla associazione terroristica sovranazionale “Stato Islamico”. Responsabile di traffico illecito di sostanze stupefacenti, è invece il terzo estradato: K.A., 29 anni, destinatario di ordinanza emessa dal gip presso il tribunale di Pescara.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti