2 Commenti

Dipendente infedele ruba
carta di credito a cliente
e fa shopping. A processo

L’avvocato Curatti

E’ accusata di aver sottratto la carta di credito ad un’anziana e di aver fatto shopping in negozi del centro. A processo per furto c’è Marsida Balla, albanese, all’epoca dei fatti dipendente di un noto parrucchiere del centro cittadino. La vittima era una cliente, oggi novantenne. I fatti risalgono a fine giugno 2015. Dopo il furto, l’imputata, assistita dall’avvocato Luca Curatti, avrebbe fatto acquisti per 472,790 euro. In tutto sei operazioni. Ad accorgersi che qualcosa non andava era stato il figlio della derubata, sul cui telefonino erano arrivati gli avvisi della banca sugli importi spesi e in quali negozi. Uno, in particolare, lo aveva insospettito, in quanto effettuato tra le 8,30 e le 8,45 del 26 di giugno. “A quell’ora mia mamma era a casa”, ha riferito oggi al giudice. Il figlio della donna aveva quindi chiamato il negozio di scarpe di corso Campi dove era stato fatto l’ultimo acquisto. “Ho chiesto al commesso se c’era qualcuno che stava usando la carta di credito di mia mamma, e lui mi ha detto che era presente una donna bionda con accento dell’Est. Poi me l’ha passata al telefono e lei ha negato tutto”. Vistasi scoperta, la donna era fuggita lasciando sul bancone del negozio la carta di credito. I poliziotti l’avevano scoperta in quanto in uno dei precedenti negozi, all’atto dell’acquisto, le era stato fatto firmare un modulo da compilare con i suoi dati personali. La sua foto era poi stata riconosciuta dai commercianti che l’avevano servita negli acquisti. Due dei commessi testimonieranno nel corso della prossima udienza, fissata al 6 novembre, quando sarà emessa anche la sentenza.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Illuminatus

    “Infedele”?

  • Gemelli

    I fatti risalgono al 2013? Però….siamo velocissimi…