Ultim'ora
Commenta

Spaccio, nel 2018 effettuate
65 operazioni antidroga
80 le persone finite nei guai

Sono state 65 le operazioni antidroga effettuate nel territorio cremonese nell’anno 2018, per un totale di 11,5 chili sequestrati tra cocaina, eroina, hashish, marijuana e droghe di altro tipo, oltre a 91 piante di cannabis. Questi i dati che emergono dalla Relazione annuale della Direzione Centrale per i servizi antidroga, pubblicata nei giorni scorsi, da cui emerge la fotografia dei reati commessi nell’ambito dello spaccio di droga.

Le sostanze più diffuse sono risultate hashish e marijuana. Sono state 80 le persone segnalate all’autorità giudiziaria nel 2018, per il reato di traffico di stupefacenti. Di questi 54 erano italiani e 26 stranieri. La maggior parte, 75, erano maggiorenni, ma c’è stata anche una piccola parte di minorenni, 5 persone in tutto.

La situazione in Lombardia. Complessivamente, nel 2018, in Lombardia è stato registrato il 16,02% delle operazioni antidroga svolte sul territorio nazionale, il 7,21% delle sostanze sequestrate (kg) e il 14,05% delle persone segnalate all’Autorità Giudiziaria. Nel 2018, sono state effettuate a livello regionale 4.098 operazioni antidroga, con un incremento del(13,52%) rispetto all’anno precedente, corrispondenti al 16,02% del totale nazionale. In provincia di Milano è stato registrato il 59,20% delle operazione antidroga svolte sul territorio regionale, il 7,76% a Brescia, il 7,05% a Varese, il 5,69% a Bergamo, il 5,03% a Monza/Brianza, il 4,71% a Como, l’1,95% a Pavia, l’1,90% a Sondrio, l’1,81% a Lodi, l’1,71% a Lecco, l’1,61% a Mantova e l’1,59% a Cremona.

Negli ultimi dieci anni i due picchi su base regionale sono stati registrati nel 2009, con 3.934, e nell’anno in esame, con 4.098; quelli minimi nel 2014, con 2.859, e nel 2015, con 3.148.

A livello regionale è stato registrato il 6,90% di tutta la cocaina sequestrata a livello nazionale, il 21,92% dell’eroina, il 7,72% dell’hashish, il 5,28% della marijuana, il 2% delle piante di cannabis e il 10,35% delle droghe sintetiche (confezionate in dosi) e il  38,15% (rinvenute in polvere kg). In provincia di Milano è stato registrato il 57,81% delle sostanze sequestrate a livello regionale, il 20,78% a Varese, il 6,17% a Bergamo, il 4,10% a Monza/Brianza, il 3,33% a Brescia, il 3,11% a Como, l’1,88% a Lodi, l’1,66% a Pavia, lo 0,72% a Mantova, lo 0,18% a Cremona, lo 0,15 % a Sondrio e lo 0,11% a Lecco.

In Lombardia, sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per reati sugli stupefacenti complessivamente 5.020 persone, delle quali 3.431 in stato di arresto, con un aumento dello 0,99% rispetto all’anno precedente, corrispondenti al 14,05% del totale nazionale. Le denunce hanno riguardato per il 95,90% il reato di traffico/spaccio e per il restante 4,10% quello di associazione finalizzata al traffico di droga. In provincia di Milano è stato registrato il 53,55% delle persone segnalate all’A G. effettuate a livello regionale, il 9,24% a Brescia, il 6,83% a Bergamo, il 6,53% a Varese, il 6% a Como, il 4,70% a Monza/Brianza, il 2,93% a Lecco, il 2,63% a Lodi, il 2,07% a Mantova, l’1,99% a Sondrio, l’1,93 % a Pavia e l’1,59% a Cremona.

Minori. I minori denunciati all’Autorità Giudiziaria per reati sugli stupefacenti sono stati 185, dei quali 63 in stato di arresto, con un decremento dell’1,60% rispetto all’anno precedente, corrispondenti al 14,51% dei minori segnalati a livello nazionale. Dei 185 minori denunciati per i reati concernente gli stupefacenti, 33 (17,84%) sono di nazionalità straniera, in particolare marocchina, egiziana e tunisina. Nell’ultimo decennio il valore più alto è stato rilevato nel 2017, con 188, mentre quello più basso nel 2014, con 115.

Decessi. In questa regione i casi di decessi, provocati all’abuso di sostanze stupefacenti, sono aumentati del 128,57% passando da 14 del 2017 a 32 del 2018, corrispondenti al 9,58% del totale nazionale. In provincia di Milano è stato censito il maggior numero di eventi fatali riconducibili all’uso di sostanze stupefacenti (9); non si sono verificati casi in provincia di Sondrio. Nell’ultimo decennio il valore più considerevole è stato registrato nel 2009, con 39, mentre quello più basso nel 2017, con 14.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti