Commenta

Collegamenti tra Cr e Mn,
Pizzetti: 'Urge risposta
da Governo e Anas'

Dopo i passi avanti registrati sul tema di un potenziamento dei collegamenti tra Cremona e Mantova, con le due ipotesi emerse nel corso della riunione svoltasi ieri al Pirellone, interviene anche il deputato Luciano Pizzetti. “Sulla necessità di una migliore infrastrutturazione della bassa Lombardia, la Giunta regionale presieduta da Attilio Fontana ha assunto consapevolezza e compiuto notevoli passi in avanti” commenta.

“Affinché sia svolta irreversibile occorre che entro l’autunno si proceda con l’assunzione delle decisioni. Mi pare intelligente fissare il punto d’arrivo al 2026, anno delle Olimpiadi invernali che vedrà protagoniste Lombardia e Veneto. Vale per i lavori di raddoppio e qualificazione della tratta ferroviaria Mantova-Codogno, di competenza statale. Vale per i collegamenti stradali tra Mantova e Milano.

In proposito siamo sempre davanti alle due opzioni, entrambe costose e impattanti. Riqualificazione della SS10 così da farne un collegamento veloce a doppia corsia per ogni senso di marcia, oppure realizzazione dell’autostrada Cr-Mn. Sull’autostrada ora c’è una volontà netta e positiva della Regione. Sulla statale siamo nel limbo, da cui occorre uscire subito. Come? Avendo certezze da Governo e Anas. Sia in ordine alla Padana Inferiore che all’Asolana con annesso nuovo ponte di Casalmaggiore. Vale a dire che Anas e Governo debbono assolutamente dare garanzie in ordine ai cospicui finanziamenti necessari e ai tempi di realizzo. Se la risposta sarà positiva è evidente che l’autostrada non servirà.

In questo auspicabile caso dovremmo chiedere alla Regione d’indirizzare diversamente le proprie risorse. In particolare sul raddoppio della Castelleonese nel tratto Cremona-Crema. Ciò consentirebbe di avere una dorsale di collegamento veloce tra Milano e Mantova, tra la Lombardia e il Veneto e verso il Brennero. In tal modo togliendo così davvero e finalmente queste nostre aree dall’isolamento, oltretutto unificando la lunga e stretta provincia cremonese. Qualora Governo ed Anas non fossero disponibili, a me pare evidente che la realizzazione dell’autostrada sarà indispensabile. Comunque nei prossimi anni dovranno essere postate ulteriori risorse per il raddoppio della Castelleonese così da realizzare egualmente la dorsale lombarda. Perciò la rapida risposta di Governo e Anas è urgente e imprescindibile, propedeutica ad ogni decisione strategica. Senza ulteriori perdite di tempo. Senza illogiche contrapposizioni tra strade e ferrovie”.

© Riproduzione riservata
Commenti