Ultim'ora
Commenta

Pesca, dal senatore cremonese
Bossi disegno di legge
a contrasto del bracconaggio

Simone Bossi, senatore cremonese della Lega, ha illustrato ieri a Palazzo Madama i contenuti del suo disegno di legge 1335, promosso assieme al senatore Maurizio Campari e al deputato Carlo Piastra, a ‘Contrasto del Bracconaggio Ittico delle acque interne’. “Una proposta di legge per combattere ed eliminare l’odioso fenomeno della pesca abusiva, vietando in modo definitivo la pesca professionale nelle acque dolci – canali e fiumi – del territorio nazionale”, ha affermato il senatore Simone Bossi, in una conferenza stampa alla presenza del Ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Guido Guidesi e del capogruppo della Lega al Senato Massimiliano Romeo.

“Abbiamo prestato ascolto alle esigenze delle categorie e dei territori e preso atto delle difficoltà a contrastare in maniera efficace il bracconaggio, che trova particolare forza nelle lacune legislative presenti finora. Si tratta di una riforma epocale per questo settore, che aggiorna e rinnova un sistema che ancora faceva capo a un regio decreto del 1931. Era indispensabile e urgente intervenire: questo è l’inizio di un percorso che porterà finalmente i pescatori a essere i veri custodi del patrimonio ittico e fluviale. Un provvedimento di buon senso, snello e mirato, che fornisce risposte immediate e strumenti adeguati per contrastare il bracconaggio nei fiumi, che ci auguriamo possa arrivare in tempi brevissimi in aula, trovando il più ampio consenso possibile”, ha aggiunto il Senatore Simone Bossi.

© Riproduzione riservata
Commenti