Ultim'ora
Commenta

Il Torrone 'ice' sulle spiagge
di Cervia in attesa della
manifestazione di Cremona

Una versione ghiacciata del torrone, simbolo della tradizione rivisitato rispetto alla sua versione originale, rinnova il gemellaggio tra la Festa del Torrone (che si terrà a Cremona dal 16 al 24 novembre) e Cervia. Sulle spiagge della cittadina romagnola sarà possibile degustare il torrone in versione “ice”, circostanza che esalta il suo sapore donando una piacevole sensazione di freschezza al palato.

Sindaco di Cervia, Massimo Medri: «Sono molto contento di continuare il sodalizio fra Cremona e Cervia, un’amicizia ormai consolidata che offre ad entrambe le città la possibilità di far conoscere reciprocamente bellezze ed opportunità turistico-culturali. Felice inoltre di annunciare qui, sulla nostra spiaggia, la Festa del Torrone con questa iniziativa “golosa”, ringrazio Cremona per la consueta ospitalità nell’ambito della Festa del Torrone di novembre durante la quale noi promuoviamo le nostre località ed annunciamo le iniziative di Natale e Capodanno in un bacino turistico per noi molto importante quale quello lombardo».

Assessore al Turismo e City Branding del Comune di Cremona Barbara Manfredini: «Il sodalizio fra Cervia e la Festa del Torrone di Cremona si sviluppa grazie ad una collaborazione iniziata nel 2013 con la partecipazione di Cervia a questa dolcissima festa cremonese. Da allora le iniziative si sono moltiplicate andando ad intrecciare il dolce e salato, sperimentando sempre nuove ricette come anche quest’anno. A Cervia presentiamo dunque la Festa del Torrone, che si terrà a Cremona a fine novembre e che ha assunto ormai una rilevanza nazionale, ma la nostra presenza in questa località della riviera romagnola nel periodo estivo intende porre l’accento sul fatto che il torrone cremonese è un prodotto che può essere gustato in ogni stagione.

Per il Comune di Cremona e la Camera di Commercio di Cremona i prodotti tipici del nostro territorio, qual è appunto il torrone, rappresentano un importante veicolo di promozione turistica in grado di attrarre quei visitatori, sempre più numerosi, interessati a gustare le prelibatezze gastronomiche dei luoghi che li ospitano”. Il celebre prodotto vive, grazie a quest’iniziativa, una nuova vita basata sulla sua destagionalizzazione che riporta alla memoria i tanti miti che lo legano alle sue origini. Tra questi il più datato narra che nell’antica Grecia un dolce a base di noci e miele veniva dato agli atleti che si preparavano per le Olimpiadi. Un dolce a base di albume, mandorle e miele si ritrova anche ai tempi dell’antica Roma nei testi Tito Livio. La sua tradizione più recente, invece risale al 1441, anno in cui convolarono a nozze Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza che offrirono agli invitati un dolce che voleva essere un omaggio alla grande torre della città.

«Tengo particolarmente a questo gemellaggio – dichiara Stefano Pelliciardi, Responsabile SGP Events, Organizzatore della Festa del Torrone-non solo per presentare la Festa che si terrà a Cremona dal 16 al 24 novembre, ma per destagionalizzare questo dolce di ricorrenza con l’obiettivo di farlo consumare durante tutto l’arco dell’anno e non solo durante gli ultimi tre mesi. Sarà un’occasione golosa per assaggiare il torrone in versione estiva, esaltando il paradosso e la sfida di presentarlo ad agosto in una località estiva bella e importante come Cervia».

© Riproduzione riservata
Commenti