Commenta

Cremona Dissing,
fermati per spaccio altri
tre membri della gang

Foto di repertorio

Altri tre giovani appartenenti alla baby gang Cremona Dissing sono stati individuati nei giorni scorsi dai Carabinieri di Cremona, agli ordini del maggiore Rocco Papaleo, che nelle scorse settimane, dopo aver sgominato la gang lo scorso giugno, hanno proseguito negli accertamenti, allo scopo di individuare i canali di approvvigionamento e di spaccio delle sostanze stupefacenti all’interno del gruppo, composto da circa 30 giovani della città.

Era denominato “l’ottavo Re di Piazza Roma”, lo spacciatore di fiducia del gruppo. Si tratta di uno studente 18enne, residente a Cremona, che aveva l’abitudine di dare appuntamento ai propri clienti sulle montagnole di piazza Roma. I militari sono risaliti a lui grazie a un costante monitoraggio dei luoghi maggiormente frequentati dalla gang, che li ha portati a identificare e a fermare i tre giovani, trovati a più riprese in possesso di sostanze stupefacenti. Lo studente-spacciatore è stato identificato il 13 settembre quando, dopo essere stato sottoposto a un controllo proprio sulle montagnole, è stato trovato in possesso di 5 grammi di marijuana suddivisi in dosi.

Oltre a lui, sono stati identificati, nella stessa serata, uno studente 17enne di Cremona e un 16enne, nato a Fiorenzuola d’Arda e residente a Cremona. I due sono stati trovati appartati con fare sospetto su di una panchina, con un sospetto viavai di giovani che, nascosti nella vegetazione, si allontanavano indisturbati. I due minorenni avevano con sè un bilancino elettronico di precisione e dei ritagli di cellophane chiaramente destinati a contenere sostanza stupefacente. I due hanno poi consegnato spotaneamente, estraendoli dagli slip, due involucri di marijuana per un peso complessivo di 30 grammi. Parte della droga risultava già suddivisa in dosi già pronte per lo spaccio al dettaglio del peso di 1 o 2 grammi.

Le successive perquisizioni domiciliari hanno consentito di rinvenire ulteriori 5 grammi della stessa sostanza. Gli accertamenti svolti in seguito hanno consentito di appurare che i due studenti (entrambi Cremonesi ed iscritti presso scuole di questa città) fanno parte del cosiddetto gruppo “Cremona dissing” e già da qualche tempo dediti all’attività di spaccio nei parchi ed in altri luoghi di ritrovo, in particolare del centro storico di Cremona. I due hanno ammesso di coadiuvare nell’attività di spaccio “il Re della Montagnola”. Tutti e tre sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti alla Procura della Repubblica del Tribunale dei Minorenni di Brescia.

L’attività investigativa dei carabinieri di Cremona denominata “Cremona dissing”, che nei mesi scorsi aveva già portato all’arresto di 7 studenti minori, per i reati di rapina ed estorsione, continua quindi anche in relazione alle altre attività illecite perpetrate dal gruppo ed in particolare in relazione allo spaccio di sostanze stupefacenti per cui, “sono in corso approfonditi accertamenti, finalizzati ad individuare la consistenza numerica e quantitativa dello smercio di marijuana e hashish nei confronti degli studenti della città e nei confronti di altri giovani che normalmente frequentano Piazza Roma, in particolare nelle ore serali dei fine settimana” fanno sapere dalla Caserma di viale Trento Trieste.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti