Ultim'ora
17 Commenti

Transennato il muro di cinta
dell'ex Snum: urgono
interventi di manutenzione

Archiviato l’interesse di Conad per l’area ex Snum, restano i problemi di manutenzione dell’ex deposito dell’immondizia di porta Mosa, dove la situazione sta deteriorandosi a vista d’occhio. Il muro di cinta all’angolo tra via Cadore e via Ratti è transennato a causa di una profonda crepa che si è aperta sul lato di quest’ultima via. Una fessurazione abbastanza larga da poterci guardare dentro. Precarie le condizioni della cinta anche verso via Cadore, dove una grossa pianta interna all’area, crescendo senza manutenzione, si è appoggiata al muro provocando anche qui una crepa molto evidente. Proprio da via Ratti, secondo le iniziali previsioni del progetto Conad, sarebbe dovuto esserci l’ingresso al parcheggio del supermercato. Naufragata questa ipotesi progettuale, non resta che sperare in un celere ripristino delle condizioni di sicurezza di un comparto  su cui molti residenti vedrebbero bene anche una semplice area verde pubblica e altri un parcheggio. Ma la proprietà, la cooperativa Monteverdi, ben difficilmente rinuncerà alle possibilità edificatorie consentite dal Pgt e l’arrivo di un supermercato sembra ad oggi l’unica soluzione possibile per un recupero.

Non è questo l’unico segno di degrado dell’area, dove la vegetazione cresce incontrastata da anni e dove l’antica fognatura cittadina, la Cremonella, ha un tratto a cielo aperto. Per non parlare degli edifici diroccati da cui ogni tanto si staccano pezzi interni all’area e di una bonifica che era stata avviata e che si è interrotta. g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti