Commenta

Rfi: entro anno rifacimento
della Cremona-Crema. Tratta
Mn-Piadena finita nel 2025

Si è svolto questa mattina in commissione Trasporti l’incontro con RFI che il gruppo regionale del PD aveva richiesto per acquisire informazioni in merito all’incidente verificatosi il 13 ottobre scorso sulla linea Cremona-Treviglio, alla sicurezza delle linee ferroviarie e agli investimenti programmati sulla rete lombarda.
“Nella ricostruzione dei fatti esposta dall’ing. Luca Cavacchioli, direttore di Rfi Lombardia, è emerso che la causa del guasto è stata una ganascia rotta ed è tuttora in corso una indagine interna” fa sapere Matteo Piloni che poi, passando agli investimenti previsti sulla rete della provincia di Cremona, riferisce le risposte più specifiche in merito alla tempistica degli interventi programmati.
“E’ una buona notizia – dice Piloni – la conferma dei tempi di realizzazione dei lavori di riqualificazione dei binari tra Cremona e Treviglio, entro fine anno la Cremona-Crema ed entro l’aprile 2020 la Crema-Treviglio, così come gli interventi sulle due stazioni di Crema e di Cremona dovrebbero concludersi entro il 2020”.
“Per quanto riguarda invece il raddoppio della linea Mantova -Cremona-Codogno-Milano, Rfi ha confermato, solo per la prima fase Mantova-Piadena, la consegna del progetto esecutivo nel primo semestre del 2020 e l’avvio dei lavori nel 2021, a seguito del completamento dell’iter autorizzativo del progetto stesso che è tuttora in corso, prevedendo la chiusura dei lavori e la riattivazione della linea nel 2025”.
“Per quanto riguarda il problema della falda sulla tratta, RFI conferma che il progetto prevede un adeguamento del piano posa dei binari dovuto allo studio idraulico, ma questi rilievi, al momento, non creano preoccupazione in merito a uno slittamento dei tempi”.
“È necessario comunque seguire con attenzione anche l’iter di realizzazione dell’intero raddoppio, ovvero la fase due Piadena-Cremona-Codogno, il progetto e la sua copertura economica” conclude Piloni.

La tempistica del raddoppio della Cremona Mantova, oltre che di altre opere regionali sta rispettando il cronoprogramma iniziali: “Sono opere in fase di progettazione o approvazione da parte del Consiglio superiore dei lavori pubblici, quindi gli iter stanno procedendo rispettando i tempi del piano industriale per la Lombardia” ha detto il direttore  Cavacchioli.

Per quanto riguarda gli interventi di manutenzione straordinaria, “mediamente ogni anno noi andiamo a rinnovare circa 160/180 kilometri di binario. Sulla Cremona-Treviglio (la
linea della disastro di Pioltello), il rinnovo completo del binario, già pianificato l’anno scorso, e’ in corso e procede secondo programma, abbiamo già rinnovato 15 km e ogni notte
abbiamo 50/60 persone in cantiere. Entro dicembre e’ previsto di realizzare gli interventi fino a Crema ed entro il primo quadrimestre del 2020 andremo a completare i chilometri fino a Treviglio” ha spiegato il direttore. “Questo tipo di interventi – ha aggiunto – li stiamo realizzando non solo su questa linea ma anche sulle altre linee in base alle priorita’ della Regione
Lombardia. Solo nell’ultimo anno e mezzo abbiamo rinnovato oltre 250 km di binario. Rispetto all’ultimo triennio gli investimenti dedicati alla manutenzione straordinaria sono cresciuti del 37%”.

© Riproduzione riservata
Commenti