Politica
Commenta3

Commissioni consigliari: Poli e Carletti smentiscono Ceraso

Questione commissioni consigliari non ancora convocate (la prima, una Cultura, si terrà giovedi 14 novembre alle 17). Alla consigliera di Forza Italia Maria Vittoria Ceraso replicano gli esponenti di maggioranza Roberto Poli e Paolo Carletti.
“Prima di scrivere  e fare brutte figure lamentando scarsa considerazione dei consiglieri comunali da parte della Giunta, la consigliera Ceraso avrebbe dovuto leggere le mail e avrebbe trovato le convocazioni delle commissioni”, afferma Poli, capogruppo Pd in Consiglio.  “Commissioni peraltro che sono già state, tutte, convocate una prima volta, con elezione di presidente e vicepresidente e quindi già tutte operative. E appunto controllando la posta elettronica avrebbe scoperto che sono state convocate per il 14 novembre la commissione cultura e per il 15 la commissione territorio. Per il 18 è prevista poi la convocazione della commissione Bilancio.
Le commissioni hanno all’ordine del giorno le delibere che verrano poi presentate e votate nel consiglio del 25 novembre”.

“Ancora una volta ci corre l’obbligo di smentire, correggere e ratificare quanto lamentato dalla consigliera Ceraso”, aggiunge Carletti, presidente del Consiglio Comunale. “In sostanza la consigliera denuncia un deficit di democrazia a Cremona, si dice infatti stupita e preoccupata del fatto che nessuna commissione consigliare sia ancora stata convocata. Nelle altre consigliature, a questa data, le commissioni si erano già convocate almeno una volta, in certi caso anche due, afferma Ceraso. Siamo andati a vedere, ma innanzitutto chiariamo che le commissioni non si convocano per far due chiacchiere, ma per dare parere a proposte di deliberazioni di competenza consigliare. Il 25 ci sarà il consiglio è ovviamente la prossima settimana si riuniranno le commissioni.

I numeri hanno però il difetto di essere ostinati e di voler sempre avere ragione ed allora con i fatti e con i numeri andiamo a vedere la prima convocazione delle commissioni della sola consigliatura di destra a Cremona, di cui la Ceraso era assessore. Nel ‘virtuosissimo’ passato della destra campione di democrazia che la Ceraso rimpiange queste erano le date delle prime convocazioni: la commissione territorio si è riunita l’11 dicembre, quella affari istituzionali il 30 novembre, la bilancio il 19 novembre, la cultura il 30 ottobre, servizi alla persona 28 ottobre, ambiente 10 novembre, periferie 10 novembre, pari opportunità 6 novembre.

Ognuno la pensi come vuole, ma almeno un minimo di rigore andrebbe richiesto a tutti, l’approssimazione è dannosa in ogni ambito, anche in politica; certo è che con gli esempi nazionali che si hanno capiamo che cedere alla totale approssimazione sia un rischio per tutti, da cui noi cerchiamo di andare indenni.

Nella speranza di aver chiarito – conclude Carletti – auguriamo buon lavoro alle Commissioni consiliari, vigilanza compresa”.

© Riproduzione riservata
Commenti