9 Commenti

Misure anti-smog revocate
'Condizioni meteo favorevoli
a dispersione inquinanti'

“Come previsto dalle disposizioni regionali vigenti l’Assessorato all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia ha disposto di non attivare le limitazioni temporanee di primo livello”. Con queste parole, affidate ad una nota ufficiale, il Comune di Cremona ha comunicato che, contrariamente a quanto annunciato nella giornata di ieri, lunedì 4 dicembre, non saranno attivate le misure anti-smog. “Anche se i dati sulla qualità dell’aria – spiegano dall’Amministrazione – hanno fatto registrare il 5° giorno consecutivo di superamento del limite del PM10 di 50 microgrammi/m³ nelle province di Milano, Monza, Lodi e Cremona, secondo le previsioni di ARPA Lombardia, le condizioni meteo per la giornata di oggi sono previsti venti di Föhn, che interesseranno le province occidentali della pianura, e produrranno condizioni molto favorevoli alla dispersione degli inquinanti su pedemontana occidentale, Brianza, milanese, pavese e lodigiano”. I dati sulla qualità dell’aria, in ogni caso, verranno esaminati quotidianamente e nella giornata di giovedì 12 dicembre Regione Lombardia rivaluterà la situazione per decidere se applicare le misure temporanee di primo livello.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • rebelot

    Hahahahahahahahahahhaaaaa ^__^

  • Sbirulino19

    Tra l’altro è prevista neve a bassa quota, quindi direi che per il Comune è meglio si pre-occupi di altro.

    • Diretur

      A volte mi chiedo: ma i siti di meteo allarmismo su chi è che fanno presa?
      Ecco.

  • ciclo-pe

    Non si capisce cosa cambi, nei fatti concreti, tra le misure già in atto dal 15 ottobre e le misure temporanee che scatterebbero in caso di ulteriori superamenti. Se andrà come lo scorso anno e ci si limiterà a mettere dei segnali senza nessun controllo effettivo, meglio far finta di niente. Peraltro non si capisce quali condizioni favorevoli ci siano per disperdere gli inquinanti visto che stamattina c’era un nebbione e zero vento. Siamo una delle Regioni più inquinate d’Europa, alla faccia del buon governo.