Commenta

La risposta alla speculazione
arriva da Cs: preparato galenico
AFM al posto del disinfettante

Afm, anche in questo momento di ‘emergenza’ legata alla diffusione del nuovo ceppo di coronavirus, resta a fare il lavoro di sempre. Anzi, l’Azienda, grazie anche all’impegno massimo del personale farmaceutico in servizio, ha intensificato gli sforzi, e pure le precauzioni. La ‘vicinanza ai cittadini’ è uno degli elementi basilari da quando il Presidente riconfermato ne regge le sorti, ed anche questa volta non fa eccezione.

Mancano le mascherine (è un problema di distribuzione, ci teniamo a precisarlo, ma un problema che potrebbe essere superato nei prossimi giorni, l’Azienda ci sta lavorando) e mancano i disinfettanti. Proprio per evitare le speculazioni (su ebay l’amuchina, tanto per fare un esempio, ha raggiunto e nettamente superato le quotazioni del barolo), il personale farmaceutico sta lavorando su un preparato galenico che dovrebbe essere disponibile già da domani o al massimo giovedì. Un disinfettante ‘realizzato’ in proprio, a prezzi accessibili a tutti. Un bel gesto al quale AFM non era tenuta, ma lo stesso ha fatto rispondendo alle numerosissime richieste.

“Vorrei ringraziare – ha spiegato il presidente Marco Ponticelli – il personale dipendente per il lavoro che stanno facendo in questi giorni, a contatto col pubblico. Stanno indossando le mascherine, ma è una forma precauzionale perché ne è stato consigliato l’utilizzo. Certo non è facile lavorare così, anche perché le mascherine indossate per un intero turno irritano la pelle. E non è facile affrontare neppure l’ansia diffusa che c’è in questi giorni e la preoccupazione, ma loro mantengono la calma e la gentilezza di sempre, dando consigli a chi li chiede”.

Un ottimo servizio, con la professionalità di sempre, mantenendo calma e cordialità. Un servizio che soprattutto cerca di andare incontro ai cittadini, per quanto possibile. Mancano le mascherine, almeno per ora. Ma presto si troverà rimedio anche a questo. Ad AFM sono abituati a mantenerle, le promesse.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti