Cronaca
Commenta1

In Comune il primo Consiglio dell'era Covid: 6 consiglieri presenti in videoconferenza

Primo consiglio comunale nell’era Covid nel Salone dei Quadri oggi pomeriggio. Per consentire il distanziamento è stato ridotto il numero dei banchi, con solo due consiglieri per ciascuno, a distanza di oltre un metro. 26 i consiglieri presenti; assenti ma collegati in videoconferenza, due consiglieri del Pd, Giovanni Gagliardi e Santo Canale; e quelli della Lega Arena, Burgazzi, Chiodelli e e Zagni. Al tavolo della Giunta siede solo il sindaco Gianluca Galimberti, insieme, inizialmente, all’assessore Barbara Manfredini. Gli altri assessori sono entrati di volta in volta a seconda degli argomenti da trattare.

Primo punto in discussione, i tre ordini del giorno sull’argomento Covid: li hanno illustrati i capigruppo Carlo Malvezzi (Forza Italia); Alessandro Zagni (Lega) e Roberto Poli (Pd). Tutti incentrati sulle misure a sostegno dell’economia locale, con proposte che in parte sono già diventate realtà su iniziativa del Comune (ad esempio l’abbattimento per tre mesi della Tari per le attività economiche costrette alla chiusura tra marzo e maggio) e altre di più ampio respiro, come quelle sulla mobilità. Malvezzi, ad esempio, aveva proposto la sospensione della ZTL fino alla fine dell’anno, la destinazione a parcheggio gratuito dell’area adiacente all’Arena Giardino (viale Po);  l’introduzione della gratuità delle prime due ore di sosta anche nelle zone blu (AEM e SABA) per favorire l’accesso e la fruibilità della città e del centro cittadino. Zagni, su questo fronte proponeva l’istituzione di una isola pedonale in centro storico per tutte le serate estive dal giovedì alla domenica nei mesi di luglio e agosto; l’allargamento gratuito dei plateatici per i bar, ristoranti e pubblici esercizi, già concesso dall’amminiistrazione come pure la facoltà per i commercianti interessati di esporre le propria merce sulla strada; l’attivazione di un servizio gratuito di bus navetta che colleghi i principali parcheggi periferici al centro.

Ne è seguito un dibattito che ha visto intervenire i consiglieri Luca Nolli (M5S), Marcello Ventura (Fratelli d’Italia), Enrico Manfredini (Fare Nuova la Città – Cremona Attiva), Lapo Pasquetti (Sinistra per Cremona – Energia Civile), gli stessi Poli, Malvezzi e Zagni, Maria Vittoria Ceraso (Viva Cremona) e Franca Zucchetti (Partito Democratico). Vista la disponibilità da parte di tutti i firmatari per un confronto che coinvolga maggioranza e minoranza sulle varie istanze, il presidente Paolo Carletti ha proposto di portare i tre ordini del giorno in sede di commissione consiliare per stendere un documento unitario che dovrebbe venire pronto per il prossimo consiglio del 15 giugno.
A nome della Giunta, è quindi intervenuta dapprima l’Assessore Barbara Manfredini che, tra l’altro, ha sottolineato come il Comune sia stato sempre presente e attento a coordinare situazioni, luoghi, necessità in sinergia con le altre istituzioni e le associazioni di categoria del territorio. Dopo avere ringraziato tutti, il personale, la Giunta, il Sindaco e i Consiglieri, ha ricordato che il 27 marzo, come primo attestato relativo agli interventi di sostegno alle aziende e imprese del commercio e dell’artigianato, sono stati sospesi o rinviati gli adempimenti fiscali e i termini dei versamenti dei tributi di competenza del Comune e da questo direttamente gestiti. E’ stata inoltre sospesa per tutto il 2020 l’imposta di soggiorno.

“Numerosi – ha spiegato l’assessore – sono stati gli incontri e i confronti, sempre in videoconferenza, con le categorie economiche per affrontare la fase di ripresa, senza contare gli incontri con i vertici della Camera di Commercio e il Prefetto nonché con il DUC. Un lavoro che prosegue e proseguirà anche in sede di commissione consiliare”. L’Assessore si è poi soffermata sui provvedimenti inerenti la TARI, la COSAP, l’allargamento dei plateatici, per i quali è stato istituito un apposito gruppo di lavoro, mentre per quanto riguarda i parcheggi e la sosta sono in corso valutazioni all’interno del DUC, in particolare riguardo commercianti e artigiani. Si aggiunge un’ulteriore opportunità per il sostegno degli affitti dei negozi di vicinato da erogare tramite bando, già in fase di preparazione. Un settore, questo dei contributi sugli affitti, che vede impegnato anche il vicesindaco Andrea Virgilio il quale ha già sollecitato un intervento dell’assessore regionale al Commercio Mattinzoli. Lo stesso Virgilio ha parlato della necessità di un confronto sulle prospettive future e di come affrontare lo sviluppo della città alla luce dei cambiamenti imposti dall’emergenza sanitaria che ha trovato tutti impreparati. “Vedo – ha detto – nei vari ordini del giorno presentati la richiesta di interventi concreti ed urgenti e nel contempo scelte di indirizzo che richiedono valutazioni a carattere strategico.
Dobbiamo chiederci se alcune scelte siano o no ancora attuali, ad esempio se all’interno di un territorio in estrema sofferenza la partita infrastrutture sia ancora attuale. Secondo me assolutamente sì, nell’ottica dell’intermodalità. Come occorre continuare nello sviluppo della filiera della formazione, mentre notiamo che il Polo tecnologico fatica a crescere”.

© Riproduzione riservata
Commenti