Un commento

Musei cittadini pronti alla
riapertura: da giugno
attività per piccoli gruppi

Da domani, mercoledì 27 maggio, la Pinacoteca, il Museo di Storia Naturale e il Museo Archeologico riaprono i battenti con un nuovo orario estivo finalizzato ad invogliare i cittadini a scoprire o riscoprire le collezioni che vi sono ospitate. Le sedi saranno aperte mercoledì, giovedì, sabato e domenica dalle 11 alle 18 (estendendo dunque di un’ora l’apertura pomeridiana) e il venerdì nella fascia pomeridiana e serale, dalle 16 alle 22.

Dal mese di giugno saranno organizzate in tutti i musei visite e attività per piccoli gruppi (non più di 10 persone). Il calendario sarà reso pubblico a breve. Da venerdì 29 maggio, il bar del Museo Civico sarà aperto anche la sera, con la disponibilità di tavoli all’aperto nel cortile di Palazzo Affaitati.

Al Museo di Storia Naturale, oltre alle collezioni permanenti, sarà possibile visitare la mostra Un Po di natura!, dedicata alla natura del territorio cremonese.

Al Museo Archeologico la riapertura coinciderà con l’allestimento del nuovo servizio di bookshop e con la pubblicazione sul sito internet di  schede di approfondimento su diverse tematiche inerenti il percorso museale, accessibili attraverso un QR code.

Il Museo della Civiltà Contadina resta invece chiuso, ma sarà possibile prenotare la visita in giorni e orari diversi, secondo disponibilità che verranno comunicate al momento della prenotazione.

Martedì 2 giugno riaprirà poi il Museo del Violino. Si potranno visitare le collezioni dalle 11 alle 17. Lo stesso orario sarà osservato per le aperture ordinarie, dal mercoledì alla domenica. Il venerdì, invece, l’accesso avverrà, come per i Musei Civici, dalle 16 alle 22. Il percorso museale è stato adeguato per armonizzare fruizione dei contenuti e garanzie di sicurezza. Sono infine temporaneamente sospese le audizioni Il Suono di Stradivari con gli strumenti delle collezioni storiche. 

In tutti i musei sarà possibile accedere solo seguendo le prescrizioni vigenti: distanza di almeno un metro tra le persone, obbligo di mascherina, misurazione della temperatura all’ingresso, igiene delle mani con gel a disposizione dei visitatori.

E’ suggerito l’acquisto del biglietto online attraverso il circuito Vivaticket. Per il Museo di Storia Naturale  l’ingresso è gratuito. Per tutti i musei è possibile la prenotazione dell’ingresso via mail o telefono.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Joker

    Chi verrà nel prossimo futuro ai musei della città più colpita dal Covid d’Europa?Anche qui non ci saranno problemi di affollamento.