Ultim'ora
Un commento

Decessi nelle case di riposo:
sospetto covid nel 12,2%
dei casi. L'indagine Iss

Se solo il 3,4% degli ospiti delle Rsa è morto per Covid accertato, sono ben il 12,2% gli anziani che hanno perso la vita riportando sintomi simil-influenzali, e quindi riconducibili al Covid. Soggetti a cui non sono stati fatti tamponi e per i quali quindi non si hanno certezze sulla causa del contagio. Si parla comunque di numeri alti, come evidenzia il ‘Survey nazionale sul contagio COVID-19 nelle strutture residenziali e sociosanitarie’ redatto dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss).

Il dato, che prende in esame il periodo dal 1 febbraio al 5 maggio, è parziale (a Cremona sono state prese in esame 15 case di riposo) ma significativo. Sono stati 358 i decessi nelle Rsa prese in esame, di cui 67 sicuramente covid positivi, mentre 237 con i sintomi simil-influenzali.  

A livello nazionale, considerando qualunque causa di morte, in totale 9154 residenti sono deceduti dal 1° febbraio alla data della compilazione del questionario (26 marzo-5 maggio). La percentuale maggiore di decessi, sul totale dei decessi riportati, è stata registrata in Lombardia (41,4%, 3.793 decessi). Di questi, 281 sono stati accertati come Covid-positivi, mentre 1.807 sono stati quelli con sintomi.

Dallo studio emerge anche che la maggioranza dei decessi nelle Rsa in Lombardia si è concentrata nella seconda metà di marzo.

Tra le maggiori difficoltà riscontrate nelle Rsa nel periodo dell’epidemia, emerge che il 77,2% delle strutture intervistate hanno riportato la mancanza di Dispositivi di Protezione Individuale, mentre il 20,9% hanno riportato una scarsità di informazioni ricevute circa le procedure da svolgere per contenere l’infezione. Inoltre, il 9,8% segnala una mancanza di farmaci, il 33,8% l’assenza di personale sanitario e il 12,5% la difficoltà nel trasferire i residenti affetti da Covid-19 in strutture ospedaliere. Infine, il 26,2% delle strutture hanno riscontrato difficoltà nell’isolamento dei residenti affetti da Covid-19.

© Riproduzione riservata
Commenti