Commenta

Era calabrese la donna che si
è data fuoco. Nel 2014 aveva
cercato di uccidere la madre

Era originaria di Pizzo Calabro, Paola Liotta, 38 anni, la donna che sabato a Crema è morta dopo essersi data fuoco. Una vicenda che ha suscitato sdegno in tutta Italia per via di alcune persone che avrebbero filmato la scena con il telefonino. A Crema la Liotta era ospite di una centro psichiatrico dal quale si era allontanata. Nell’ottobre scorso, come riporta il giornale online ‘Il Vibonese’, la 38enne era scomparsa da una comunità di recupero del Vibonese per poi essere ritrovata a Roma dopo l’attivazione di apposite ricerche da parte delle forze dell’ordine e della Prefettura di Vibo Valentia. Nel luglio del 2014 era stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio ai danni della madre, ferita con 14 coltellate al culmine di una lite in auto.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti