Ultim'ora
Commenta

Loggia dei Militi, verso la
conclusione il cantiere per
il restauro del camino storico

Sono in fase di ultimazione i lavori di restauro e recupero del camino in cotto della Loggia dei Militi, il termine previsto è entro metà ottobre. L’intervento, delicato e complesso, si è reso necessario dopo che nel luglio del 2018 si era verificata la caduta di alcuni elementi in piazza del Comune.

“Si è subito intervenuti -si legge in una nota del Comune – con la messa in sicurezza del camino in attesa di redigere il progetto esecutivo di restauro e consolidamento con ripristino delle porzioni crollate. Dopo l’acquisizione del parere favorevole al progetto da parte della Sovrintendenza, nel novembre dello scorso anno si è proceduto all’avvio dei lavori. Per attuare l’intervento è stato necessario installare un ponteggio e una passerella per raggiungere il camino sul tetto. In questo modo è stato possibile procedere per fasi: dalla messa in sicurezza provvisoria, ai rilevamenti per la redazione del progetto, dalle ispezioni periodiche per la verifica dei presidi provvisori, all’esecuzione degli interventi definitivi di restauro e consolidamento.

 La messa in sicurezza è stata attuata con fasciature di sostegno posizionate lungo la parte esterna del camino e con l’installazione di una membrana gonfiabile in pressione inserita all’interno della canna fumaria per evitare l’implosione del manufatto. In questa fase sono stati rilevati e catalogati tutti gli elementi in cotto della struttura per individuare le parti mancanti da ricostruire.

L’intervento definitivo, articolato in diversi momenti, ha comportato lo smontaggio di alcune parti dove necessario, il rimontaggio e l’integrazione degli elementi mancanti, il consolidamento di alcune parti danneggiate, il restauro su gran parte del manufatto, il miglioramento sismico, realizzato con un sistema composto da un placcaggio interno al camino collegato ad un’armatura posta nei giunti tra i mattoni.

L’intervento è stato curato direttamente dall’Ufficio tecnico del Comune per la parte di messa in sicurezza provvisoria, mentre la parte della messa in sicurezza definitiva è stata curata da un professionista specializzato con il coordinamento dell’Ufficio tecnico. La ditta esecutrice è Edilnoleggi Valente Piacenza s.r.l. di Caorso (PC). La produzione dei nuovi mattoni utilizzati per l’integrazione delle parti mancanti è stata curata dal Laboratorio del cotto di Cremona che ha ricevuto specifico incarico dalla ditta esecutrice.

L’importo complessivo dell’intervento è di 45.000,00 euro comprensivo del noleggio del ponteggio, dei lavori di messa in sicurezza provvisori, nonché dell’adeguamento definitivo e delle spese tecniche.

Un intervento che – conclude l’amministrazione –  oltre a tutelare l’incolumità di chi frequenta piazza del Comune, rientra nell’attività di manutenzione e conservazione dei principali edifici di valore storico ed artistico che fanno parte del patrimonio comunale, compatibilmente con le risorse disponibili. L’intento è preservare al meglio il decoro dei due principali monumenti che fanno da cornice alla principale piazza della città”.

© Riproduzione riservata
Commenti